A- A+
Esteri
Turchia, kamikaze si fa esplodere. 10 morti, fra cui turisti. 15 i feriti

Nuovo attentato in Turchia. Un'esplosione è avvenuta a piazza Sultanahmet, nel centro storico di Istanbul. Almeno 10 persone sono morte e almeno altre 15 sono rimaste ferite. La deflagrazione è avvenuta a piazza Sultanahmet, nel centro della città turca, nei pressi dell’obelisco di Teodosio. Un kamikaze si è fatto esplodere all’interno della piazza. Diverse ambulanze sono giunte sul posto e la polizia ha isolato la zona. Secondo alcuni media turchi tra i feriti ci sono anche 6 turisti tedeschi, un norvegese e un peruviano. La Bild, citando altre fonti turche, parla invece di 9 turisti tedeschi morti.

L’Unità di crisi della Farnesina si è immediatamente attivata ed è in contatto con il Consolato generale d’Italia a Istanbul per verificare l’eventuale coinvolgimento di italiani nell’esplosione. Testimoni hanno detto di aver udito un forte scoppio e poi un grande caos successivo. La zona in cui è avvenuta l'esplosione si trova vicino ad altri importanti monumenti come la Moschea Blu, Santa Sofia e il palazzo Topkapi.

Un anno fa un'attentatrice suicida si fece esplodere per colpire una stazione di polizia per i turisti nella stessa piazza, uccidendo un poliziotto e ferendone un altro. L'attacco fu inizialmente attribuito a un gruppo di estrema sinistra, ma le autorità fecero sapere in seguito che la kamikaze era sospettata di legami con i militanti dello Stato islamico. La Turchia è un obiettivo per il gruppo, cui sono stati attribuiti due attentati l'anno scorso a Suruc, vicino al confine siriano, e nella capitale Ankara in cui morirono più di 100 persone. La violenza nel Paese è aumentata anche nella zona curda a sudest, da quando è crollato il cessate il fuoco con il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). Il gruppo, tuttavia, negli ultimi anni generalmente non ha colpito obiettivi civili nelle città esterne alla regione sudorientale.

Il premier turco, Ahmet Davutoglu, ha convocato un gabinetto d'emergenza dopo l'esplosione. Al vertice sulla sicurezza partecipano, tra gli altri, il ministro dell'Interno, Efkan Ala, e il numero uno dell'intelligence, Hakan Fidan, come riferisce l'agenzia di Stato Anadolu.

Secondo fonti dell'intelligence turca la matrice dell'attentato è riconducibile all'Isis. Secondo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, l'attentatore suicida sarebbe legato alla Siria. Contemporaneamente una seconda esplosione, sempre nella città turca, si è verificata in un hotel in costruzione nel quartiere di Maltepe. L’edificio è in fiamme ci sarebbero anche in questo caso delle persone intossicate, mentre diverse persone sarebbero state evacuate. I media turchi tendono ad escludere collegamenti con l'attentato in piazza Sultanahmet, ma un'indagine è in corso. In seguito all'incendio 14 operai presenti sul cantiere, sono dapprima rimasti intrappolati, poi sono stati intossicati dal fumo ed immediatamente portati in ospedale. Altri 6 operai, rimasti intrappolati, sono stati liberati dai vigili del fuoco.

Sull'attentato in Turchia è intervenuto anche il premier Matteo Renzi: «Prima di giudicare cerchiamo di capirne di più, certo c'è da combattere una battaglia durissima contro il terrorismo e poi bisogna affrontare nelle nostre terre una questione di valori e identità. In Turchia l'attentato è una ferita fortissima a Istanbul ma molti degli attentati nascono e crescono nel cuore dell'Europa».

Tags:
turchiaesplosioneistanbulturisti
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.