A- A+
Esteri
Ucraini in piazza contro la "dittatura"

Manette ai polsi, volti insanguinati, nastri adesivi con la scritta “dittatura” a serrare le bocche. La protesta filoeuropeista riprende vigore a Kiev dopo l’approvazione del pacchetto di leggi contro le manifestazioni. 10 anni di carcere per l’occupazione di edifici pubblici, pene severe per chi monta tende in strada e per chi manifesta a volto coperto.

Non ci è permesso di esprimere le nostre opinioni. Hanno proibito le manifestazioni e l’uso dei caschi – dice una giovane dimostrante – Siamo qui, perché dopo l’approvazione, le legge entrerà in vigore e in futuro tutti noi potremo essere arrestati”. “Non riesco nemmeno a commentare il voto di giovedì in parlamento – si sfoga un’altra manifestante – È tutto illegale, tutto è contro le persone”.

Un passo verso la dittatura”, sostiene la leader dell’opposizione in carcere, Iulia Timoshenko. L’asse Unione europea-Stati Uniti esprime preoccupazione per quello che viene definito “un salto nel passato”.“Il popolo ucraino vuole la partership con l’Europa e vuole proseguire in quella direzione – sostiene il segretario di Stato statunitense, John Kerry – La decisione presa giovedì è anti-democratica. Sbagliano. Stanno rubando al popolo ucraino la loro opportunità di futuro”.

C‘è chi vede un segnale di debolezza dietro questo giro di vite accompagnato dal siluramento del capo di Stato maggiore dell’esercito e di due vice ministri. La portavoce di Ianukovich, invece, si sarebbe dimessa.

Tags:
ucraina
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.