A- A+
Esteri
Ucraina, è giallo sulla morte di Yanukovich jr

La morte del figlio del deposto presidente ucraino Viktor Yanukovich, annegato presumibilmente sabato nei ghiacci del fiume Baikal, nella regione di Irkustsk, e' confermata oggi da diverse fonti ucraine, ma ancora non commentata ufficialmente ne' da Kiev, ne' da Mosca. Il decesso del 33enne, amante delle auto ed ex parlamentare, e' stato confermato dal partito delle Regioni, nelle cui fila era stato eletto Yanukovich jr. Sul sito della formazione politica ucraina, nella sezione 'notizie' appare il titolo "in memoria di Viktor Yanukovich", in riferimento alla "tragica morte del nostro collega, ed ex deputato Viktor Viktorovich Yanukovich".

"Amava la velocita' e l'estremo", si legge nella comunicazione, firmata dal Consiglio politico del partito, che lo ricorda come una persona "meravigliosa", "pronto a difendere la sua posizione civile e i suoi ideali fino alla fine". Anche il deputato ucraino del Blocco d'opposizione, Nestor Shufrich, su Facebook ha confermato la notizia del decesso dell'ex parlamentare che amava la guida veloce: "E' morto cosi' come ha vissuto: al volante dell'auto". Il governo di Kiev, intanto, ha chiesto a Mosca informazioni ufficiali sulla vicenda, mentre secondo il sito russo Lifenews, che molti ritengono vicino ai servizi segreti, il figlio minore dell'ex capo di Stato ucraino - fuggito dopo le proteste del Maidan l'anno scorso - e' stato gia' sepolto in un cimitero militare. I funerali si sarebbero svolti in Crimea, la penisola sul Mar Nero annessa dalla Russia nel marzo 2014 dopo un controverso referendum. Forse a Sebastopoli o a Sinferopoli, la capitale.

Le voci sulla morte del giovane Yanukovich sono iniziate a circolare con insistenza oggi, costringendo a un commento anche il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, il quale si e' pero' limitato a dire di non avere informazioni a riguardo. "Non ho nulla da dire. Non posso ne' confermare, ne' smentire", ha dichiarato citato dalle agenzie russe. Stessa risposta data oggi in conferenza stampa dal ministro degli Interni russo, Vladimir Kolokoltsov. Secondo i media ucraini, sabato, Viktor Yanukovich jr stava guidando sulla superficie ghiacciata del lago, quando il multivan su cui viaggiava con altre persone, sembra quattro cittadini ucriani, e' affondato dopo essere finito su un tratto ghiaccio ancora fresco. Secondo le autorita' russe, vi e' stata solo una vittima che pero' non risulta avere il cognome di Yanukovich. Il ministero delle Emergenze ha parlato di un certo Viktor Davidov "residente locale". Secondo una fonte di Ria Novosti, proprio Davidov sarebbe il figlio dell'ex capo di Stato ucraino, che si trovava in Russia sotto mentite spoglie. Gli stessi media ucraini hanno ricordato che Yanukovich junior aveva intenzione di cambiare identita' gia' un anno fa, prendendo il cognome della nonna Valentina Davidova. La procedura sarebbe stata completata in Russia, dove - dopo la cacciata dal potere del presidente nel febbraio 2014- si sarebbe rifugiata la famiglia Yanukovich. Il consolato ucraino a Novosibirsk sta verificando l'accaduto.

Intanto solo un ucraino su tre e' soddisfatto delle politiche del presidente Petro Poroshenko, rispetto a un 58% della popolazione che dichiara di non approvare la sua guida della repubblica ex sovietica, alle prese con il conflitto nelle regioni russofone dell'est. E' quanto emerge da un sondaggio condotto da Research and Branding Group che ha preso in esame anche il gradimento del premier, Arseniy Yatseniuk (24% a favore e il 68% contrario) e del presidente della Verkhovna Rada, il Parlamento ucraino, Volodymyr Hroisman (23% a favore, 62% scontento). Se in questo mese dovessero tenersi le elezioni presidenziali, Poroshenko sarebbe comunque il piu' votato con il 19,2% dei voti; Yulia Tymoshenko si fermerebbe al 5.3%, il leader del partito radicale, Oleh Liashko, al 5% e Yatseniuk appena all'1,7%.

Tags:
ucrainakievyanukovichporoshenkogiallosondaggio
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.