A- A+
Esteri
Ucraina, ultimatum degli Usa a Putin: "Ritiro o sanzioni"

Usa, il vicepresidente Biden: "La Russia scelga tra ritiro e sanzioni" - Gli Usa "non hanno intenzione di indebolire l'economia russa, ma Putin deve scegliere tra ritirarsi dall'Ucraina o continuare a pagare un prezzo". Lo ha detto il vicepresidente Usa Joe Biden. "Non incoraggiamo Kiev alla guerra ma aiutiamo l'Ucraina a difendersi". Gli Usa continueranno a fornire a Kiev assistenza di sicurezza e che la Russia deve capire che se continua con l'attuale atteggiamento, sostenere i separatisti ucraini, l'Occidente continuera' ad imporre costi (sanzioni) a Mosca. "Non ci racconti, ci dimostri (cosa fa), Presidente Putin", ha detto Biden, riferito alle promesse non mantenute di ritirare truppe e sostegno alle forze separatiste del Donbass.

Putin, la Russia non vuole la guerra con nessuno - La Russia "non vuole la guerra con nessuno", anzi, "conta di collaborare con tutti": lo ha dichiarato Vladimir Putin all'indomani del cruciale faccia a faccia con Angela Merkel e Francois Hollande sulla crisi in Ucraina. Il presidente russo ha cosi' implicitamente confermato il proprio appoggio al piano di pace per la Repubblica ex sovietica propostogli dal cancelliere tedesco e dal titolare dell'Eliseo. Il leader del Cremlino ha tuttavia poi puntualizzato che Mosca "mai accettera' un ordine mondiale diretto da un unico soggetto-guida incontrastato, che vuole rimanere tale". Putin ha osservato come, "grazie al cielo", non ci sia "alcuna guerra lanciata contro il nostro Paese". Esiste invece, e "assolutamente", il "tentativo di impedire con vari mezzi il nostro sviluppo", ha denunciato, con palese allusione alle sanzioni occidentali, e di "alterare l'attuale ordine mondiale quale ha preso forma negli ultimi decenni, in seguito alla caduta dell'Unione Sovietica": con l'obiettivo appunto di arrivare a un mondo guidato da un unico soggetto, il quale "presume gli sia tutto permesso" mentre gli altri debbono accontentarsi "solo di quello che e' permesso loro, e che corrisponde ai suoi interessi". Noi, ha pero' ribadito in conclusione il leader russo, "mai ce ne persuaderemo".

Ucraina: Hollande, in gioco ultime possibilita' evitare guerra - Il piano di pace per l'Ucraina presentato a Vladimir Putin da Angela Merkel e Francois Hollande e' "una delle ultime possibilita'" per evitare la "guerra". Lo ha sottolineato lo stesso presidente francese, all'indomani della missione al Cremlino assieme al cancelliere tedesco. "Penso che sia una delle ultime possibilita', se non riusciamo a trovare un accordo di pace duraturo, conosciamo perfettamente quale sia lo scenario e il suo nome: si chiama guerra", ha affermato il capo dell'Eliseo, nel corso di una visita a Tulle, nel sudovest della Francia.

Lavrov (Russia) ottimista su soluzione, negoziati continueranno. Ma la sicurezza dell'Europa è minacciata dagli Usa - I negoziati tra Vladimir Putin, Angela Merkel e Francoise Hollande "continueranno" e "crediamo che ci siano buoni presupposti per una soluzione" al conflitto in Icraina: cosi' il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, in un passaggio del suo intervento alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera.

La sicurezza in Europa "e' minacciata dagli Usa e dai suoi alleati": e' il duro attacco lanciato dal ministro degli Esteri russo. Gli Usa, ha incalzato Lavrov, "tentano di accusarci per ogni situazione complicata".

Merkel cauta "incerto successo piano, vale pena tentare" - Angela Merkel e' cauta, all'indomani dei colloqui di Mosca con Vladimir Putin, per presentare il piano di pace per l'Ucraina, assieme a Francois Hollande. "Non so se porteranno a una soluzione pacifica della crisi" nell'ex repubblica sovietica, ha affermato il cancelliere tedesco, intervenendo alla conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera, "posso dire che e' incerto che abbiano avuto successo, ma sicuramente ne e' valsa la pena". Merkel ha ribadito che "non e' possibile una soluzione militare alla crisi Ucraina, ma bisogna sviluppare gli accordi di Minsk" che lo scorso 5 settembre portarono a una precaria tregua nell'est del Paese. "La sicurezza in Europa e' con la Russia e non contro la Russia", ha aggiunto la Merkel che ha ribadito la sua contrarieta' all'invio di armi all'Ucraina, impegnata nel conflitto con i separatisti nelle regioni orientali. "Comprendo il dibattito sulle armi, ma non credo che contribuirebbe a risolvere il conflitto, inviare un numero ancora maggiore di armi nella regione non risolvera' la crisi", ha avvertito. Nel ribadire che la crisi ucraina "non si puo' risolvere con mezzi militari", Merkel ha esortato la Russia a fare "la sua parte" e ha ammonito che "i confini europei sono e devono restare inviolabili".

Kiev, ribelli preparano offensiva su Debaltsevo e Mariupol - I ribelli filo-russi hanno ripreso a bombardare le posizioni governative su tutto il fronte nell'Ucraina orientale e starebbero ammassando truppe e armamenti in vista di lanciare una nuova offensiva: lo ha denunciato Volodymyr Polyovy, portavoce dello stato maggiore interforze di Kiev. Secondo il portavoce, i miliziani separatisti si preparano ad attaccare lo strategico nodo ferroviario di Debaltsevo, situato a meta' strada tra i bastioni ribelli di Donetsk e Lugansk, e il porto di Mariupol. Quest'ultimo, ancora in mano ai lealisti, e' l'unico ostacolo rimasto a impedire la saldatura tra le regioni russofone orientali e la Crimea, gia' annessa da Mosca. A Debaltsevo e' scaduta la tregua proclamata per consentire l'evacuazione dei civili e i secessionisti hanno fatto sapere che per oggi non sono previste altri trasferimenti. Polyovy ha inoltre riferito che nelle ultime 24 ore altri cinque soldati ucraini sono caduti in combattimento, mentre ammontano a 26 i feriti nello stesso arco di tempo.

Tags:
ucrainamerkelhollandecolloquiputin
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.