La leader dell'opposizione Yulia Tymoshenko, ha interrotto dopo 11 giorni lo sciopero della fame iniziato a sostegno delle aspirazioni europee del popolo ucraino. Lo ha reso noto la figlia Yevgenia dopo una visita a sua madre in ospedale. La figlia della leader ha spiegato che la richiesta di uno stop alla protesta dell'ex premier, ormai molto debole, era arrivata dalla stessa opposizione di piazza. Anche molti leader europei avevano chiesto alla Tymoshenko di porre fine alla sciopero. Tymoshenko, detenuta per scontare una pena di sette anni per abuso di potere, aveva iniziato lo sciopero della fame il 25 novembre dopo aver chiesto al presidente Viktor Yanukovych di firmare l'accordo di associazione con l'Ue. Il capo dello stato si era rifiutato dando origine a una mega protesta di piazza.

INCONTRO TRA I PRESIDENTI - I presidenti di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Viktor Yanukovych, si sono incontrati a Sochi, sul Mar Nero, per dicutere di cooperazione economica e dei preparativi per arrivare a un trattato di partnership strategica. Lo ha reso la presidenza ucraina, mentre a Kiev proseguono le proteste contro il congelamento della firma dell'accordo di associazione con l'Ue. Yanukovych, che era di ritorno da una visita di tre giorni in Cina, ha fatto sapere in un comunicato che sono state discusse questioni legate ai rapporti commerciali ed economici in vari settori e "i preparativi per un futuro trattato di partnership strategica". Poco prima un sito ucraino, 'zn.ua', aveva riferito che Kiev sta negoziando con Mosca un prestito di almeno 12 miliardi di dollari e la possibile firma di un nuovo contratto con la Gazprom per la fornitura a compagnie private ucraine di 10 miliardi di metri cubi di gas al prezzo di 210-230 dollari a metro cubo, a partire dal primo gennaio 2014.

La notizia dell'incontro tra Putin e Yanukovich e' stata confermata dal portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. "Il presidente ucraino ha fatto sosta nella citta' di Sochi, mentre tornava a casa dalla Cina - ha detto il portavoce - nel corso di una breve visita di lavoro hanno discusso gli aspetti correnti della relazioni bilaterali russo-ucraine e questioni legati alla preparazione della prossima commissione intergovernativa a Mosca". A sua volta il servizio stampa della presidenza ucraina ha fatto saper che "i due capi di Stato hanno affrontato questioni di cooperazione economico-commerciale in vari settori e della preparazione del futuro trattato di partenariato strategico". In Ucraina e' montata la sollevazione popolare dopo che la settimana scorsa Yanukovich ha rifiutato di firmare l'accordo di associazione con Bruxelles, cedendo alle pressioni di Mosca, sempre piu' intenzionata a non perdere la sua influenza sull'ex repubblica sovietica.

2013-12-06T16:09:08.087+01:002013-12-06T16:09:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4131051515462013-12-06T16:09:08.15+01:0015462013-12-07T12:43:48.153+01:000/esteri/ucraina-tymoshenko-interrompe-lo-sciopero-della-fame061213false2013-12-06T16:26:08.577+01:00310515it-IT102013-12-06T16:09:00"] }
A- A+
Esteri
timoshenko
 

La leader dell'opposizione Yulia Tymoshenko, ha interrotto dopo 11 giorni lo sciopero della fame iniziato a sostegno delle aspirazioni europee del popolo ucraino. Lo ha reso noto la figlia Yevgenia dopo una visita a sua madre in ospedale. La figlia della leader ha spiegato che la richiesta di uno stop alla protesta dell'ex premier, ormai molto debole, era arrivata dalla stessa opposizione di piazza. Anche molti leader europei avevano chiesto alla Tymoshenko di porre fine alla sciopero. Tymoshenko, detenuta per scontare una pena di sette anni per abuso di potere, aveva iniziato lo sciopero della fame il 25 novembre dopo aver chiesto al presidente Viktor Yanukovych di firmare l'accordo di associazione con l'Ue. Il capo dello stato si era rifiutato dando origine a una mega protesta di piazza.

INCONTRO TRA I PRESIDENTI - I presidenti di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Viktor Yanukovych, si sono incontrati a Sochi, sul Mar Nero, per dicutere di cooperazione economica e dei preparativi per arrivare a un trattato di partnership strategica. Lo ha reso la presidenza ucraina, mentre a Kiev proseguono le proteste contro il congelamento della firma dell'accordo di associazione con l'Ue. Yanukovych, che era di ritorno da una visita di tre giorni in Cina, ha fatto sapere in un comunicato che sono state discusse questioni legate ai rapporti commerciali ed economici in vari settori e "i preparativi per un futuro trattato di partnership strategica". Poco prima un sito ucraino, 'zn.ua', aveva riferito che Kiev sta negoziando con Mosca un prestito di almeno 12 miliardi di dollari e la possibile firma di un nuovo contratto con la Gazprom per la fornitura a compagnie private ucraine di 10 miliardi di metri cubi di gas al prezzo di 210-230 dollari a metro cubo, a partire dal primo gennaio 2014.

La notizia dell'incontro tra Putin e Yanukovich e' stata confermata dal portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. "Il presidente ucraino ha fatto sosta nella citta' di Sochi, mentre tornava a casa dalla Cina - ha detto il portavoce - nel corso di una breve visita di lavoro hanno discusso gli aspetti correnti della relazioni bilaterali russo-ucraine e questioni legati alla preparazione della prossima commissione intergovernativa a Mosca". A sua volta il servizio stampa della presidenza ucraina ha fatto saper che "i due capi di Stato hanno affrontato questioni di cooperazione economico-commerciale in vari settori e della preparazione del futuro trattato di partenariato strategico". In Ucraina e' montata la sollevazione popolare dopo che la settimana scorsa Yanukovich ha rifiutato di firmare l'accordo di associazione con Bruxelles, cedendo alle pressioni di Mosca, sempre piu' intenzionata a non perdere la sua influenza sull'ex repubblica sovietica.

Tags:
ucrainatymoshenko
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.