A- A+
Esteri
Ucraina, Yanukovich non esclude elezioni anticipate

"Se noi politici non siamo capaci di metterci d'accordo, di arrivare a un compromesso e di attuarlo, allora l'unica soluzione democratica per risolvere l'attuale situazione consiste nel tenere elezioni anticipate": in questi termini, a detta di Miroshnichenko, Yanukovich si e' espresso lo scorso fine settimana, durante una riunione con i deputati del suo Partito delle Regioni, al potere nella repubblica ex sovietica. "Esistono due scenari possibili", ha spiegato il presidente filo-russo agli interlocutori. "Il primo contempla lo sgombero degli edifici pubblici occupati e un'amnistia. Il secondo sono le elezioni anticipate. L'amnistia pero' non sta funzionando, per cui voi andrete alle urne e io pure".

Yanukovich si riferiva alla controversa legge promulgata nei giorni scorsi, che prevede il rilascio dei soli manifestanti arrestati i quali non abbiano commesso reati gravi, e lo subordina alla fine delle occupazioni: l'opposizione pretende invece scarcerazioni generalizzate e incondizionate. In proposito, stando sempre al rappresentante presidenziale, Yanukovich ha assicurato che le autorita' dispongono di tutti i mezzi necessari per lo sgombero forzato dei palazzi presidiati dai dimostranti, e persino di Piazza dell'Indipendenza, loro principale punto di raduno nel cuore di Kiev. Tuttavia, "mai ricorreremo alla forza", avrebbe ribadito, "perche' anche i manifestanti sono nostri connazionali". Inoltre "non ci sara' lo stato di eccezione", ha puntualizzato Miroshnichenko, egli stesso parlamentare del Partito delle Regioni, che ha infine messo comunque le mani avanti: "Le elezioni anticipate al momento non sono una questione di rilievo".

Frattanto, nelle more dell'apertura dell'odierna sessione plenaria della Rada, nessun accordo e' stato raggiunto con il capo dell'assemblea, Volodymyr Rybak, sull'inserimento all'ordine del giorno dei dibattiti proposti dai partiti di opposizione: uno concernente un disegno di legge costituzionale, che prevede il ripristino della Costituzione del 2004, con limitazioni alle prerogative presidenziali; e un altro su una nuova e piu' ampia amnistia. Arseniy Yatsenyuk, leader dell'Unione Pan-Ucraina 'Patria' gia' guidata dall'ex premier Yulia Tymoshenko, ieri aveva annunciato di voler mettere entrambi i provvedimenti subito in votazione. In Ucraina e' d'altra parte in arrivo lady Catherine Ashton, alla sua terza visita nel Paese da dicembre, la seconda in appena una settimana. L'alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune dell'Unione Europea si tratterra' a Kiev oggi e domani.

Tags:
ucrainayanukovichelezioni anticipate
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.