A- A+
Esteri
Usa accusano: "Ci sono le prove l'Is sta usando armi chimiche"

Mentre la furia dell'Is si accanisce in Siria contro un altro sito archeologico, legato alla tradizione cristiana, le forze militari statunitensi hanno annunciato di avere le prove dell'uso da parte dei miliziani dello Stato Islamico di gas tossici. Tracce di armi chimiche, per la precisione gas mostarda (più noto come 'iprite'), sono state infatti trovate su un frammento di un colpo di mortaio esploso da miliziani dell'Is contro le milizie curde in Iraq. Lo ha comunicato il generale Kevin Killea, capo di Warfighting Marine Laboratory Corps, dando notizia del risultato di un test preliminare, che dovrà essere confermato da ulteriori esami. Il frammento di mortaio era stato recuperato dalle milizie curde, che avevano denunciato un attacco dell'Is con iprite l'11 agosto a Makhmour, a 50 chilometri da Erbil. L'attacco non avrebbe causato vittime, ma problemi fisici alle persone esposte, come dolori, limitazioni della mobilità. I miliziani dello Stato islamico avrebbe ottenuto le armi chimiche in Siria. Come accennato, i jihadisti hanno distrutto, nel centro della Siria, il monastero cattolico di Mar Elian nella località di al-Qariatayn, a sud-ovest di Homs. Ad annunciare il nuovo scempio sono gli stessi uomini del califfo Abu Bakr al-Baghdadi, che hanno diffuso immagini con i bulldozer al lavoro tra le rovine dello storico luogo. La notizia è stata diffusa dal sito on-line d'informazione arabo Al-Ahed.

Tags:
usaisis
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.