A- A+
Esteri
Usa, meno militari americani in Germania. Una mossa azzardata
(fonte Lapresse)

Da ieri la proposta di Donald Trump di ritirare da settembre 9500 soldati dal territorio tedesco, diminuendo il numero delle truppe americane da 34500 a 25000 è ufficiale anche in Germania. E il Presidente anche con questa nuova proposta sembra voler mantenere inalterata la sua capacità e la sua volontà di essere un Presidente 'divisivo'.

La presenza militare americana in Germania è nata con l'occupazione alleata dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Poi si è sviluppata durante la Guerra Fredda quando gli Stati Uniti dislocarono in Europa centinaia di migliaia di militari quale meccanismo di dissuasione nei confronti dell‘Unione Sovietica.

Oggi in Germania è localizzato l'Africom, il quartiere generale per l’Europa della Forza Aerea e dell’Esercito degli Stati Uniti e i più importanti centri di addestramento del Vecchio Continente.

La decisione di Trump , aldilà delle conseguenze strategiche, è stata presa piuttosto male dall’Europa proprio perchè decisa in maniera unilaterale. ‘E’ un qualcosa di completamente inaccettabile-ha confermato Peter Beyer coordinatore di Angela Merkel per le Relazioni Transatlantiche-soprattutto perchè a Washington nessuno si è degnato di informarci prima’.

Molti analisti considerano la scelta americana di decidere da soli  strategicamente azzardata e spinta da elementi di tipo strategico e umorale ( leggasi antipatia di Trump nei confronti della Cancelliera).

Tre le ragioni che sembrano aver favorito questa scelta: la prima riguarda la situazione di relativa tranquillità in Europa; la seconda deriva dalle elezioni presidenziali di novembre e l’idea di portare avanti da parte americana una politica estera maggiormente isolazionista.Coerente con questa filosofia la volontà di volersi ritirare anche da Siria e Afghanistan.

La terza sarebbe l’antipatia viscerale del tycoon verso l’Europa ed in particolare verso la Germania.

Donald Trump vede l’Europa e la Germania in particolare come un concorrente economico  e soprattutto  un cattivo pagatore nei confronti della Difesa in ambito Nato. 

Probabilmente, proprio per  questa cattiva volontà di contribuire maggiormente, Trump ha preso questa decisione.

La richiesta di investimento sarebbe uguale al 2% del PIL mentre la Germania, il paese più ricco tra gli alleati,

nel 2019 ha contribuito solo con l’1,38% e non sembra avere nessuna intenzione di cambiare.

Senza parlare dell’ultimo affronto della Cancelliera a Trump quando gli ha negato di trasferire la riunione del G7 a Washington e di allargarla ad altri Paesi come Russia e Turchia.

Se dovesse andare in porto, questa misura sarebbe un colpo al cuore al sistema di alleanze degli Stati Uniti, soprattutto con l’Europa vera grande alleata contro due  giganti come Cina e Russia. 

Molti repubblicani stanno cercando di fare capire al Presidente che le truppe in Europa non sono solo per dfendere il Vecchio Continente ma per tutelare pure gli Stati Uniti nei confronti dell’Unione Sovietica e nei vari operativi in Medio Oriente. 

Il problema vero di questa misura, se verrà presa, è per molti analisti un messaggio forte di distanziamento degli Stati Uniti dall’Europa. 

Di tutto questo potrebbe beneficiare solo la salute di Vladimir Putin che migliora ogni volta quando il rapporto tra Usa ed Europa si fa freddo.

Ma la salute di Putin a Trump sembra non interessare un granché.  

 

 

 

 

 

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    trumpgermaniamerkelmilitariputincinarussiaeuropa
    Loading...
    in evidenza
    Smart working, soft skills Ripensare il lavoro post-Covid

    Il rigoletto

    Smart working, soft skills
    Ripensare il lavoro post-Covid

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C

    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive

    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.