A- A+
Esteri
Venezuela, il Pil cala del 16,5%. La crisi uccide 100 bambini per fame

E’ da qualche tempo che il Venezuela di Nicolas Maduro sembra essere sparito dai media internazionali. Le proteste nelle piazze si sono calmate e la gente sembra essere quasi anestetizzata Risolti tutti i problemi? Certo che no, anzi paiono peggiorati solo che al momento non sono sotto i riflettori dei media. In aggiunta i rappresentanti del Governo del discusso presidente Maduro, fanno a gara a tenerli nascosti. ‘Certifico che attualmente non abbiamo nessuna crisi economica come invece tentato di screditarci i media internazionali’ conferma con decisione e senza vergogna un alto rappresentante governativo.

UN CALO DEL PIL DEL 16.5%
Pare difficile crederci quando il Paese, seduto sulla più’ imponente riserva di petrolio crudo al mondo, presenterà’ i conti del 2017 appesantiti da una decrescita pari al 16.5%. Un risultato disastroso che non può’ essere tenuto nascosto ma che porta con se’ disastri, questi si, non sempre visibili alla Comunita’ internazionale. Uno dei più drammatici e’ la fame che dilaga nel paese. E nell’imminente festa di Natale, la ‘Noche Buena’, questo dramma emerge ancora più’ crudo. Un problema che nasce per gli alti costi dei prodotti e per la mancanza degli stessi. Purtroppo le prime vittime ad esserne colpite sono i bambini. A mano a mano che si alimenta l’inflazione e la crisi economica morde aumentano le morti per denutrizione, soprattutto di giovanissimi. Molti medici nel paese confermano che ‘ gli alti costi dei prodotti e la mancanza di proteine rappresentano le cause principali delle morti per fame. I bambini inoltre sono molto fragili, sono nella delicata fase dello sviluppo non solo del corpo ma anche del sistema immunitario.Se si compromette lo stato nutrizionale si manda in rovina la salute’.

LA FAME COLPISCE I BAMBINI
Il Governo lo sa ma lo tiene fortemente nascosto. Solo grazie ad una rapida ed incisiva inchiesta del New York Times su 21 Ospedali pubblici si e’ potuto registrare, attraverso le dichiarazioni di medici a volte dettate di nascosto, che vi e’ un quantitativo allarmante di bambini che presentano gravi situazioni di malnutrizione. Negli ultimi mesi ne sono morti oltre 100.

OLTRE 100 BIMBI MORTI PER FAME
Ovviamente non risulta semplice avere un quadro più’ completo. Ma alcuni fatti sono allarmanti e destano grande preoccupazione. Come ad esempio la denuncia (riportata dal giornale ‘Correo del Caron’) delle morti dallo scorso settembre di ben 41 bambini registrate nell’Ospedale di Guiparo nello Stato di Bolivar. Solo un drammatico che e’ emerso ma ai numeri ufficiali che si riesce ad ottenere vanno aggiunti i numeri non ufficiali delle morti che avvengono nelle case private. Qui i medici per molteplici motivi non sempre denunciano l’accaduto ufficialmente. Infine il dramma della fame viene denunciato a gran voce anche dal Presidente della Societa’ nazionale di Pediatria,dr. Joaquin Medina, a nome di tutti i professionisti che si confrontano ogni giorno con questo dramma. Un dramma che dovrebbe far esplodere un paese, alla fame vera e non solo dal punto di vista economico. Il principale imputato, Nicolas Maduro, insieme a tutto il suo Governo, dovrebbe avere il coraggio di dimettersi e far dimettere tutti i suoi consiglieri. Purtroppo questa e’ solo fantapolitica.

Tags:
venezuelacrisi venezuela
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.