A- A+
Esteri

E' di 20 morti e 30 feriti il bilancio della battaglia scoppiata dopo l'attacco di un commando armato al ministero della Difesa yemenita, nel cuore di Sanaa. Dopo un'ora di scontri a fuoco le forze di sicurezza hanno ripreso il controllo della struttura, hanno riferito fonti militari. L'attacco e' iniziato con l'esplosione di un'autobomba guidata da un kamikaze a cui ha fatto seguito l'irruzione del commando di complici del kamikaze nel ministero, situato nel quartiere centrale di Baba al-Yaman. Il vero obiettivo degli assalitori, che indossavano uniformi dell'Esercito, sarebbe stato l'ospedale integrato nel complesso ministeriale.

Ci sono anche sei medici tra le persone che hanno perso la vita in seguito all'attacco di un commando di miliziani, cui ha spianato la strada un kamikaze a bordo di un'auto-bomba, contro la sede del ministero della Difesa yemenita nel centro di Sanaa. Lo hanno riferito fonti sanitarie e militari, secondo cui tra loro come minimo tre erano stranieri, uno dei quali sarebbe stato occidentale. Uccisa anche un'infermiera di nazionalita' filippina. I morti sono almeno 25, i feriti 30. Gli assalitori, riusciti a fare irruzione all'interno prima di essere sopraffatti, avevano preso di mira l'ospedale annesso al complesso ministeriale.

Tags:
yemenautobomba
in evidenza
"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"

Barbara D'Urso e la simpatia con...

"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Mercedes-Benz 320 del 1937 la prima ambulanza della Stella

Mercedes-Benz 320 del 1937 la prima ambulanza della Stella

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.