A- A+
Food
Rita Salvadori la regina del peperoncino con 80.000 piante

Rita Salvadori è la regina del peperoncino e dei condimenti piccanti in generale. 
Innumerevoli le varietà in un arcobaleno di colori dal rosso al giallo, dal verde all'aranciane fino al nero per le oltre 80.000 piante che coltiva nell'azienda in Toscana, a Bibbona nel livornese.

Quando è iniziata la passione per il Peperoncino ? 

Ho iniziato a coltivare peperoncino per un’ispirazione artistica nata circa 16 anni fa.
A quel tempo studiavo arte all’accademia di Brera, l’idea era di creare un istallazione di peperoncini in mezzo agli olivi dell’azienda di famiglia decorando gli alberi con oggetti di arredo.
Un giorno d’estate con i frutti delle piante di peperoncini belli maturi mi tolsi lo sfzio di assaggiarli a rotazione sulla medesima pietanza e con grande sorpresa mi accorsi che i sapori o per meglio dire, le note degli alimenti si esaltavano cambiando peperoncino. 
Da quel giorno incominciai a chiedermi perché nessuno se ne fosse mai accorto e
interessato prima, così iniziai a frequentare delle piccole community di appassionati, oggi diventate fere e convegni, sul peperoncino nelle quali, però, ci si concentrava solamente sul grado di piccantezza delle nuove specie trovate o ibridate e sulle pazze sfide a chi ne mangiava di più! 

Passo successivo ?

Determinata, iniziai a frequentare convegni sull’agricoltura eco-sostenibile, ricordo che mi fecero un disegno con una mucca con grandi corna e parlavano delle energie; ammetto
che non ci capii granché ma l’istinto mi diceva che la bio-dinamica era la qualità che volevo.
Ero la sola a credere in ciò che volevo, in ciò che avevo assaporato, sì, avevo intuito un nuovo modo di cucinare, di concepire l’uso del peperoncino nell’abbinamento perfetto al piatto.


E da qui sei passata alla coltivazione in serie

Iniziai a zappare, piantare, irrigare, raccogliere e trasformare quel meraviglioso frutto che fno ad allora tutti ritenevano solo Piccante.
Scelsi con cura le falette in vetro che tutt’oggi contengono i miei prodotti in polvere e iniziai a proporre il prodotto ed il mio concept sul peperoncino nei mercatini durante le fere in compagnia della la mia cagnetta Guta ed il mio gazebo. Successivamente creai il marchio Peperita con l’aiuto di Paolo, un carissimo amico, che mi ha supportato nei primi anni nella parte grafca e nella comunicazione.
Decisi che se desideravo crearmi degli spazi di vita quotidiana non potevo smontare e rimontare il gazebo da una via all’altra rincorrendo le fere paesane ma era necessario un vero e proprio negozio. 

E ne sono arrivati diversi, oltre ad uno sviluppato settore ecommerce

Ancora una volta passai per visionaria, nessuna azienda agricola a eccezione del caseario era mai riuscita ad aprire un negozio monomarca vero e proprio, fguriamoci con solo prodotti a base di Peperoncino.
Una domenica che non avevo fiere mi trovai a fare una passeggiata a Castagneto Carducci, un paesino dell’entroterra della costa toscana non distante da dove ha sede l’azienda agricola, e vidi un delizioso fondo commerciale di appena 10mq. Fu un attimo innamorarmene. Mi immaginai come l’avrei arredato e di lì a poco nacque il primo negozio Peperita. Ricordo con grande piacere la fila delle persone che attendevano di entrare aspettando che uscissero i clienti
dentro, due o tre alla volta, di più non vi entravano.
Da allora, ti confesso, si sono susseguiti eventi bellissimi e altri terribili ma non mi sono mai data per vinta. 

E gli chef, nuovi protagonisti del food,  hanno apprezzato la tua intraprendenza ?

Oggi tantissimi grandi Chef usano e qualcuno addirittura espone nel suo locale i prodotti Peperita. Ogni giorno arrivano e.mail e messaggi di ringraziamento e apprezzamento da ogni parte del mondo.
In moltissimi ci chiedono di essere seguiti e consigliati negli negli abbinamenti dal nostro
Personal Chef Enrico Benedetti.
Il primissimo negozio Peperita a Castagneto Carducci non esiste più, è stato ampliato in una location di 65mq in via Vittorio Emanuele, 32 sempre a Castagneto Carducci. Nel frattempo ho aperto atri due negozi: uno a Volterra in via Gramsci 56, l’altro nel centro storico di Roma in quella Piazza delle Tartarughe dove sorge l’antico palazzo Costaguti un tempo porta di accesso al Ghetto ebraico

Azienda Agricola Rita Salvadori

Podere i Doccioni, località Calcinaiola,

57020 Bibbona (Li)- info@peperita.it
Tel. 329 5724754 / Fax. 1782 77 55 7

Tags:
salvadori-peperoncino-piccante
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.