A- A+
Green

Il cambiamenti climatici minacciano i giochi olimpici sulla neve. Già, perché se le cose andranno secondo le previsioni, in 11 dei 19 luoghi che ospitano le gare  di neve non ce ne sarà più.

A pronosticarlo è uno studio condotto dall'università di Waterloo (Canada) insieme al Management Center Innsbruck (Austria), secondo cui se le previsioni sul riscaldamento globale si riveleranno esatte, alla fine di questo secolo solo sei delle 19 località che finora hanno ospitato le Olimpiadi invernali saranno abbastanza fredde da consentire di disputare le gare.

Gli scenziati hanno esaminato due possibili scenari (basse ed alte emissioni di gas a effetto serra) e due date, il 2050 e il 2080. Nel 2050, con un riscaldamento globale contenuto, sarebbero 11 su 19 le località che potrebbero riospitare le Olimpiadi invernali, numero che scenderebbe a 10 in caso di un aumento delle temperature più elevato.

Anche nel 2080, nello scenario più moderato, i siti abbastanza freddi da accogliere i Giochi sarebbero 10, ma si ridurrebbero a 6 se il termometro salisse di più.

Tra le località salve c'è Cortina D'Ampezzo. Insieme a lei,  Albertville in Francia, Calgary in Canada, St. Moritz in Svizzera, Salt Lake City negli Usa) e Sapporo in Giappone. "L'eredità culturale della celebrazione mondiale degli sport invernali è sempre più a rischio", rileva l'autore dello studio, Daniel Scott. "Sempre meno località tradizionali per gli sport invernali - conclude - saranno in grado di ospitare le Olimpiadi invernali in un mondo più caldo".

Tags:
climaolimpiadisochi
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Hannibal mette a fuoco l'Italia Meteo, temperature fino a 35°

Hannibal mette a fuoco l'Italia
Meteo, temperature fino a 35°


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.