A- A+
Green
Ogm, primo via libera Ue alla libertà di divieto

Il ministro dell'ambiente e presidente di turno del Consiglio Ue ambiente, Gian Luca Galletti, scrive in un tweet che e' stato raggiunto un accordo di principio tra le istituzioni Ue per il divieto di coltivazione per gli organismi geneticamente modificati nei Paesi Ue che lo vogliano introdurre.

"A Bruxelles raggiunto accordo di principio Consiglio-Commissione-Parlamento: decisione finale su liberta' stati per Ogm a portata di mano," scrive Galletti per rendere conto di una riunione a Bruxelles cominciata verso le 19 di ieri e conclusasi intorno alle 2 di mattina.

La finalizzazione dell'accordo spetta ora al Consiglio Ue che ne discutera' in una riunione di ambasciatori il 10 dicembre, e al Parlamento europeo che votera' l'intesa a gennaio. L'accordo introduce una serie di procedure per consentire a uno stato di vietare un Ogm sul proprio territorio, anche se e' stato autorizzato nell'Ue.

Un comunicato di Greenpeace sottolinea tuttavia che l'accordo non prevede la possibilita' per gli stati membri di vietare un Ogm per ragioni ambientali, il che rappresenta un'arma in piu' per i giganti del biotech per contrastare per vie giuridiche un divieto nazionale.

Tags:
ogmgreenpeacegalletti
in evidenza
Italia ripescata ai mondiali? La sentenza della Christillin (Fifa)

Il caso scottante

Italia ripescata ai mondiali?
La sentenza della Christillin (Fifa)

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T

A luglio nei concessionari la nuova Mercedes Classe T


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.