A- A+
Green

Nuovo record negativo per il Pianeta. Nel 2012 le emissioni di CO2 sono aumentate del 2,2%, raggiungendo il livello record di 35 miliardi di tonnellate. La colpa è soprattutto del consumo di carbone, ancora molto sostenuto. I dati sono stati resi noti dai ricercatori del "Global carbon project", secondo i quali l'aumento di emissioni di CO2 nel 2013 dovrebbe attestarsi al 2,1%, una percentuale di poco inferiore alla media osservata nell'ultimo decennio (2,7%).

Nel'Unione europea le emissioni gas serra sono globalmente diminuite dell'1,3% ma quelle legate al carbone continuano a crescere al ritmo del 3%. I ricercatori hanno sottolineato la necessità di "invertire questa tendenza" per "limitare il riscaldamento globale a due gradi", in rapporto all'era pre-industriale.

Inoltre, le emissioni di CO2 calcolate dal "Global carbon project" non prendono in considerazione la deforestazione: includendo quest'ultima nei parametri i calcolo, le emissioni ammontano a 39 miliardi di tonnellate, secondo i 49 autori dello studio.

 Nel dettaglio del rapporto, inoltre, si legge che nel 2012 le emissioni dovute al consumo di carbone sono aumentate del 2,8%, quelle dovute al gas del 2,5% e le emissioni legate al petrolio hanno subito un incremento dell'1,2%.

 Il CO2 legato all'energia rappresenta circa il 60% dei gas a effetto serra e, secondo l'Agenzia internazionale per l'Energia, nel 2011 il carbone è stato responsabile del 44% delle emissioni di CO2 legate all'energia stessa (35,3% petrolio e 20,2% gas).

I ricercatori citano alcuni esempi di paesi in cui le emissioni dovute al consumo di carbone sono aumentate più velocemente che a livello globale. E' il caso della Germania, che nel 2012 ha fatto registrare un rialzo dell'1,8% di emissioni, con un incremento del 4,2% di quelle legate specificamente al carbone. Negli Stati Uniti, dove il consumo di carbone è sceso a vantaggio del gas scisso, le emissioni legate al carbone sono precipitate del 12%, ma le emissioni globali di CO" sono aumentate del 3,7%.

Terribile l'apporto della Cina. Nel 2012 Pechino è stata responsabile del 27% delle emissioni globali  contro il 14 % degli Stati Uniti , il 10% dell'UE e il 6 % dell'India .
In rapporto alla popolazione, la Cina è tuttavia ancora molto indietro rispetto agli Stati Uniti. Nel 2012, l'americano medio ha emesso 4,4 tonnellate di CO2 all'anno contro l'1,9 del cinese medio . "Deve essere chiaro che le emissioni della Cina sono in parte dovute alla produzione di beni che vengono consumati in tutto il mondo",  spiega Friedlingstein, coautore del rapporto.
 

Tags:
emissioniserraco2cinainquinamentoglobal carbon projec
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.