A- A+
Lavoro
115 milioni di voucher nel 2015
logo fondazione studi
 

E' l'Osservatorio sul precariato dell'Inps ad attestare il boom di vendite dei buoni lavoro nel 2015. Si è passati dai 40,8 milioni del 2013 ai 69,1 milioni del 2014 ai 114,9 milioni del 2015. L'incremento delle vendite per prestazioni di lavoro accessorio è del 66% rispetto al 2014. Segno che le nuove regole per l'utilizzo di questo strumento, esteso a tutti i settori produttivi, sono state ben recepite. E' soprattutto il Mezzogiorno a testimoniare il successo dei buoni lavoro, in particolare la Regione Sicilia che ha registrato un +94%.

Ma sono sempre le regioni del centro nord ad utilizzarlo maggiormente: il Piemonte con un +61,2% e il Veneto con un +56,5%. Forse l'exploit siciliano potrebbe essere collegato ad uso distorto del voucher e ad un aumento del lavoro sommerso. Sospetti che dovrebbero rafforzare il monitoraggio del Ministero del Lavoro per impedire eventuali abusi.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020


casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.