A- A+
Lavoro
In 200 mila famiglie italiane è solo la madre a lavorare
donna lavoro
logo fondazione studi
 

Aumentano le famiglie italiane, tra i 25 e i 64 anni, in cui a lavorare è solo la madre: circa 200 mila. È il dato che emerge dall’Istat nel report che incrocia la situazione lavorativa e familiare degli italiani. Le coppie dove è solo la donna a lavorare sono aumentate del 4,2% rispetto all’anno precedente. Nel dettaglio sono 114mila, in età da lavoro e con figli, in cui all’uomo disoccupato corrisponde la donna occupata a tempo pieno e a queste si aggiungono altri 86mila casi in cui la madre lavora part-time. Dalle tavole dell’Istat emerge che per una donna a fare la differenza è il numero dei figli, soprattutto se si guarda alla fascia d’età tra i 25 e i 34 anni: stando alla media del 2015, il tasso di occupazione è del 73,9% per le single, mentre per le donne in coppia con figli scivola al 44%.

Infine, dai dati emerge che il numero di famiglie senza reddito da lavoro è diminuito del 7,5%. Nel dettaglio, sono 1 milione e 92mila i nuclei, coppie, famiglie ma anche quelli composti da un solo individuo, in cui tutti i componenti sono disoccupati. Quanto alla localizzazione geografica, la maggioranza delle famiglie con tutte le forze di lavoro disoccupate, ovvero 577mila, si trova nel Mezzogiorno.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.