A- A+
Lavoro
Indennità di maternità senza limiti di età
logo fondazione studi
 

 

La Corte Costituzionale con la sentenza n.205/2015 dichiara illegittimo l'articolo 72 del decreto legislativo n.151/2001 che stabilisce che alle libere professioniste "l’indennità (...) spetta altresì per l’ingresso del bambino adottato o affidato, a condizione che non abbia superato i sei anni di età". Il limite era stato eliminato dalla legge n.244/2007 per le lavoratrici dipendenti e dalla sentenza n.371/2003 della Corte costituzionale per le lavoratrice autonome che optavano per affidamenti internazionali.

Lo svantaggio restava, quindi, solo per le professioniste che sceglievano la strada dell'adozione nazionale. Un trattamento "singolare" ritenuto oggi dalla Corte Costituzionale "carente di ogni giustificazione razionale, idonea a dar conto del permanere, soltanto per questa fattispecie, di un limite rimosso per tutte le altre ipotesi". Un segnale verso questa direzione l'aveva già dato il Legislatore con il Jobs Act. L'art. 20 del decreto n.80/2015 riscrive la legge del 2001, eliminado il limite dei 6 anni di età del bambino.    

 

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.