A- A+
Marketing
"Il mio nome per gonfiare i prezzi". Alain Delon s'infuria con la casa d'aste

Ferrari 250 cabriolet California appartenuta ad Alain Delon. Base d'asta: 10 milioni di euro. Un bel prezzo, non c'è che dire. Peccato che, secondo lo stesso attore francese, la casa d'aste abbia usato scorrettamente il suo nome per gonfiarlo. "Quella Ferrari è stata mia, è vero", ha dichiarato Delon all Afp. "Ma solo dal 1963 al 1965. Non la vedo da 50 anni e non ha nulla a che fare con le mie collezioni di auto, dipinti e vini. Il mio nome è stato sfruttato per aumentare le stime".  

La scorrettezza della casa d'aste Artcurial, secondo l'attore, sarebbe voluta. Delon non sarebbe stato coinvolto nella cura del catalogo che, proprio in copertina, utilizza una foto che lo ritrae con Jane Fonda in una Ferrari (diversa da quella messa all'asta). Tant'è che Delon non esita a definire la vendita "una bufala".  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alain delonferrariaste
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

i più visti
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.