A- A+
Marketing
Assocom, cambio di statuto alle porte

Il Consiglio Direttivo di Assocom ha discusso le modifiche allo statuto dell’Associazione, che saranno presentate all’approvazione della prossima assemblea generale. Una tappa importante nel percorso di riforma dell’Associazione, la cui missione è rappresentare l’intero mercato della comunicazione: un mercato che ha oggi due facce, quella delle tante piccole e medie realtà imprenditoriali, parte vitale del sistema, e quella dei grandi gruppi multinazionali.

Proprio per continuare a rispondere alle istanze di tutti gli associati, Assocom ha deciso di consolidare il dialogo con le agenzie sul territorio: un’attività che si concretizzerà già dalle prossime settimane quando il Presidente e alcuni Consiglieri si sposteranno per confrontarsi con le agenzie presenti nelle varie Regioni italiane e condividere con loro il senso delle modifiche statutarie che saranno proposte in assemblea.

Si tratta di modifiche che hanno l’obiettivo di ampliare la partecipazione, creando i presupposti per cui tutti gli associati, comprese le grandi sigle, possano essere adeguatamente rappresentati per il peso specifico che hanno sul mercato. Il modello - studiato da una commissione dedicata, della quale hanno fatto parte Giorgio Bonifazi Razzanti (Pan Comunicazione), Alessandra Montresor (Publicis), Emanuele Nenna (The Big Now), Isabelle Harvie-Watt (HavasMediaGroup), Daniele Tranchini (Leo Burnett) e Stefano Del Frate, Direttore Generale Assocom - attribuisce infatti diritto di rappresentanza e di voto alle strutture in proporzione alla loro dimensione, con la possibilità di avere da 1 a 3 persone in assemblea.

Parallelamente la commissione ha rivisto il sistema delle deleghe in assemblea, sempre in un’ottica di promozione della partecipazione: ciascun membro avrà infatti la possibilità di ricevere una sola delega da altre persone che siedono in assemblea, invece delle quattro previste dal vecchio Statuto.

"Un'associazione capace di rappresentare adeguatamente il comparto nel suo insieme, favorendo il rientro dei big e incentivando, anche con il coinvolgimento diretto del territorio, le tante piccole e interessanti realtà che spesso rappresentano eccellenze – commenta Marco Testa, Presidente di Assocom - È questo l'obiettivo che ci poniamo, perché solo tornando ad essere tutti insieme possiamo davvero continuare ad incidere sul mercato e restituire valore a tutti gli associati, dal più grande al più piccolo. Nella sua lunga storia Assocom ha saputo sempre cogliere per prima i mutamenti del mercato e le esigenze dei suoi associati. Mi auguro che questo importante passo dell’Associazione, richiesto da più parti, apra ad una collaborazione nuovamente costruttiva e serena, e riunisca nuovamente tutti i protagonisti del nostro settore".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assocommarco testaadvertising
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

i più visti
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.