A- A+
Marketing
Assorel, otto agenzie in uscita. Cornelli: "Ottimista, altre 4 in entrata"

Confrono aperto in Assorel, l'associazione italiana delle relazioni pubbliche. Sulle 43 agenzie associate, sono otto quelle che hanno espresso la volontà di lasciare l'organizzazione a partire dal 2015. Lo conferma ad Affaritaliani.it il presidente di Assorel e ceo di Ketchum Andrea Cornelli. Che svela un altro movimento in direzione contraria: "Ci sono quattro sigle pronte a entrare".

Le motivazioni delle otto agenzie in uscita sono diverse. Vanno dalla cessata attività alla volonta dei gruppi internazionali. Ma non manca il dissenso nei confronti del consiglio. "I motivi sono diversi. Quello comune è l'assetto dell'associazione. Ma sono sono ottimista - dice Cornelli -. Non c'è un problema di contrapposizioni particolari".

Corneli, eletto lo scorso marzo, è ottimista anche sulla possibilità di mediare. "Da qui a dicembre ci saranno tre mesi di dialogo. A fine mese è già stato pianificato un confronto dedicato a questa necessità di riallinamento e alla volontà di cercare soluzioni". 

"Non mi preoccupa questo momento", continua il presidente di Assorel. Convinto che sia un momento fisiologico di trasformazione che "può portare a un arricchimento e a un ricompattamento". Il confronto con alcune agenzie sottolinea una crisi dell'associazionismo? La risposta di Cornelli è un secco no. "Le associazioni sono più importanti che mai perché devono rappresentare l'unione tra diverse esigenze". A patto di cambiare. "Il mondo delle pubbliche relazioni è centrale, ma è mutato profondamente. Aree un tempo definite, come adv, pr, centri media, sono oggi più sfumate e si sovrappongono. In questo nuovo quadro è inevitabile una discussione. Sarebbe meschino se tutti la pensassero allo stesso modo". Per questo, non c'è nessun passo indietro: "Il mio mandato dura due anni ed è appena iniziato"

@paolofiore

  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assorelcomunicazionecornelli
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

i più visti
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.