A- A+
Marketing
Sgambaro apre lo shop online, più facile acquistare la pasta 100% italiana

Dopo aver chiuso il 2020 con una crescita del 6% a 21 milioni di fatturato, al giro di boa dei primi vent’anni di pasta 100% italiana, il pastificio Sgambaro aggiunge un altro tassello della strategia di sviluppo in Italia lanciando il proprio negozio online: shop.sgambaro.it.

Prodotta con solo grano duro italiano, la pasta Sgambaro diventa così disponibile in maniera capillare in tutto il Paese, mentre prosegue il lavoro dell’azienda per ampliare la presenza a scaffale ed entrare in nuove insegne della Gdo. Uno sforzo sostenuto anche da una campagna pubblicitaria con protagonista lo chef Bruno Barbieri, arrivata a gennaio 2021 sulla rete ammiraglia della Rai dopo il debutto su Sky e Mediaset.

 

“L’eccellenza di Sgambaro è riconosciuta in entrambi gli emisferi, dall’Islanda al Sudafrica e all’Australia”, racconta Pierantonio Sgambaro (nella foto), co-amministrazione delegato del pastificio insieme al fratello Roberto. “La grande sfida è far conoscere la nostra pasta e la nostra filosofia, che mette al centro di ogni scelta il benessere del consumatore finale, proprio in Italia. Arriviamo pronti a questa fase di sviluppo, dopo esserci focalizzati sul prodotto e aver dotato l’azienda di basi solide per competere in un segmento così importante per il comparto food italiano”.

 

2001-2021: vent’anni di pasta 100% italiano                                                                                                                        Creato da Tullio Sgambaro nel 1947, il pastifico veneto scommette sul grano duro italiano e sulla filiera corta già nel 2001, quando il mercato invece optava per la materia prima estera, più economica di quella locale. La scelta di Sgambaro è stata dettata dalla volontà di portare sulla tavola degli italiani un prodotto sicuro, privo di diserbanti come il glifosato o di antiparassitari usati per conservare il grano, in particolare durante il trasporto via nave. Il rapporto diretto con gli agricoltori della Penisola e la possibilità di immagazzinare il grano appena raccolto nei propri silos per poi lavorarlo nel mulino interno assicurano a Sgambaro un controllo diretto sulla materia prima sin dal campo. Il pastificio è riuscito a dimostrare come anche in Italia sia possibile selezionare un grano duro di standard elevati (valore minimo di proteine al 15% e una qualità del glutine adatta alla pastificazione), aprendo una strada oggi percorsa da molte realtà del settore.

Lo shop online: dall’Etichetta Gialla alla linea Bio                                                                                                      Lo “scaffale online” di Sgambaro offre sia la linea Etichetta Gialla -prodotta con il mono-varietale “Marco Aurelio” selezionato dall’azienda in collaborazione con la Società Italiana Sementi e un gruppo di agricoltori, oggi coltivato tra Emilia-Romagna, Puglia e Lazio- sia la linea Bio che include pasta prodotta con grani e cereali speciali come farro e quinoa. Il pastificio è pioniere nel segmento biologico in Italia e oggi detiene la leadership nel kamut e nel farro dicoccum con una quota di mercato in Gdo del 24%.

Riflettendo il concetto grafico della confezione della pasta, il layout dell’e-shop di Sgambaro è essenziale e immediato: le informazioni sono presentate in maniera chiara per rendere più semplice la navigazione.

Particolare attenzione è dedicata all’imballaggio: dai pacchi, allo scotch fino al materiale di riempimento, tutto è di carta. Gli stessi sacchetti della pasta sono riciclabili al 100%. Dopo una prima fase di rodaggio, Sgambaro punta a sensibilizzare i clienti all’acquisto di un ordine minimo di 5 chilogrammi di pasta per limitare le emissioni. L’attività di logistica rientrerà infatti nel percorso Climate Positive intrapreso dall’azienda lo scorso anno con l’obiettivo di arrivare, entro il 2030, a catturare più anidride carbonica di quanta emessa in ogni fase della propria attività, dalla produzione del grano fino alla consegna della pasta.

Usa e sud-est asiatico mercati target 2021                                                                                                                  La crescita del fatturato 2020 è stata trainata anche dalle vendite all’estero che, al netto dell’effetto “svuotamento dei supermercati” legato a Covid-19, hanno visto un incremento di oltre il 18%, con l’ingresso in nuovi mercati in Europa e nel sud-est asiatico, un’area di sviluppo che si conferma una priorità anche per il nuovo anno. Molto forte è l’interesse verso gli Stati Uniti che mostrano un’attenzione sempre maggiore per i prodotti autentici italiani di cui viene apprezzata la qualità ed esaltata la tradizione.

“Sulla nostra mappa abbiamo anche Paesi come Israele, dove distribuiamo la nostra pasta biologica, segno che un prodotto d’eccellenza non ha confini”, spiega Pierantonio Sgambaro. “Nel medio periodo prevediamo una crescita della quota estero a un 30 % del fatturato annuale.”

Molino e Pastificio                                                                                                                                                    Fondato da Tullio Sgambaro nel 1947, Sgambaro è uno storico pastificio veneto che produce pasta di altissima qualità, frutto del sapere trasmesso all’interno della famiglia e delle intuizioni degli attuali membri alla guida dell’azienda. L’obiettivo di Sgambaro è da sempre portare sulla tavola degli italiani una pasta buona, sana e sicura. Una delle poche realtà medio-grandi del settore ad avere un mulino interno, utilizza dal 2001 esclusivamente grano duro prodotto in Italia: una scelta che da un lato assicura il controllo della filiera e, dall’altro, si traduce in un rapporto diretto e stretto con i fornitori. Sempre alla ricerca del grano perfetto, proprio la collaborazione con gli agricoltori ha portato Sgambaro alla selezione del grano duro Marco Aurelio, dopo 15 anni di studi e prove sul campo, e all’introduzione del farro monococco per produrre pasta a livello industriale con uno dei grani più antichi e dalle elevate proprietà nutrizionali.

L’azienda ha sede e produzione a Castello di Godego, in provincia di Treviso.

 

Commenti
    Tags:
    venetopastificiobiograno
    in vetrina
    Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

    Scatti d'Affari
    Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

    i più visti
    motori
    Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

    Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.