A- A+
Marketing
Twitter Italia "Make it Easy". Ippolito"Servizi per utenti e inserzionisti"

Nella sede di Milano di Twitter Italia, il Country Manager Salvatore Ippolito, ha presentato alla stampa le ultime novità che il social network ha sviluppato per rendere più efficace e fruibile l'ADV da parte di utenti e, soprattutto inserzionisti.

"Vogliamo rendere la vita più semplice a utenti, clienti e partner, il native advertising è la nostra modalità principale" ha detto Ippolito illustrando il claim globale "Make it Easy" dell'uccellino azzurro.

"le nostre nuove soluzioni sono facili da comprare, pianificare ed estendere e stanno raccogliendo l'interesse di molti brand che credono nell'innovazione che siamo capaci di proporre, utilizzando tutti gli strumenti per incrementare il branding e la performance. dai Promoted Trend a contenuti video sponsorizzati con preroll di advertising".

Come esempio ha citato l'accordo con Sky per i contenuti video del motomondiale con preroll sponsorizzati da partner dell'evento e in particolare la campagna di Mercedes Benz Italia per il lancio del nuovo SUV che ha utilizzato con un forte engagement degli utenti Twitte e Periscope con hashtag dedicato e lancio preventivo dell'iniziativa dedicata al mondo consumer.

Lo scorso anno abbiamo lanciato Twitter Publisher Network per aiutare gli inserzionisti a connettersi con il loro pubblico al di fuori di Twitter, su migliaia di app mobile, grazie a una serie di strumenti creativi, di targeting e analisi estremamente efficaci. Da allora abbiamo continuato a testarlo insieme ai clienti e, grazie ai loro feedback, abbiamo raccolto preziosi suggerimenti. Siamo dunque lieti di annunciare un ulteriore sviluppo
del TPN, che avrà anche un nuovo nome
che riflette al meglio l’evoluzione del prodotto: Twitter Audience Platform, un modo semplice ed efficace di raggiungere oltre 700 milioni di persone dentro e fuori da Twitter.

Innanzitutto, oltre alle installazioni di app mobile e alle nuove interazioni con
l’app, offriremo agli inserzionisti la possibilità di raggiungere due ulteriori
obiettivi mediante Twitter Audience Platform: le interazioni con i Tweet e le
visualizzazioni dei video. Entrambi saranno disponibili per la prima volta in
versione beta per tutti i clienti gestiti.

Lanceremo inoltre nuovi formati creativi per permettere agli inserzionisti di
interagire al meglio con il proprio pubblico in-app. Visualizzazioni dei video e interazioni con i Tweet

Da oggi sarà possibile estendere a Twitter Audience Platform le campagne di Promoted Video e di interazione con i Tweet in maniera molto semplice, con un solo clic. Molti dei criteri di targeting presenti su Twitter come interessi, nome utente e parole chiave possono essere applicati alle tue campagne sulle app mobile. Come su Twitter, anche su Twitter Audience Platform i Promoted Video sono visualizzati automaticamente con l’immagine visibile al 100%.

Nuove funzionalità creative
All’interno di Twitter Audience Platform è possibile trasformare i Promoted Tweet in uno dei nostri formati pubblicitari - video, native advertising, banner e interstitial. 

 

Ad esempio:
• Le campagne di interazione con i Tweet diventano interstitial e native advertising
• Le campagne di Promoted Video si trasformano in pubblicità video in-app
• Le campagne di installazione dell’app e nuove interazioni con l’app diventano interstitial o banner
Abbiamo aggiunto agli interstitial funzionalità creative che permettono di espandere i tuoi contenuti migliori al di fuori di Twitter. Innanzitutto, gli utenti di Twitter potranno ritwittare e aggiungere ai preferiti direttamente dall’annuncio apparso in Twitter Audience Platform. Inoltre, abbiamo aggiunto dei bottoni call to action personalizzabili per dare impulso in maniera ancora più efficace all’azione che desideri.

Successo per l’inserzionista
"Nel corso degli ultimi mesi - ha aggiunto - abbiamo ricevuto feedback estremamente positivi su come Twitter Audience Platform abbia permesso ai nostri inserzionisti di ottenere installazioni e nuove interazioni con le loro app, con un tasso di interazione più elevato e una reach incredibile".

Nello specifico, gli inserzionisti che hanno avviato campagne sia su Twitter che su Twitter Audience Platform sono arrivati a raddoppiare la reach e abbassato il CPE del 30%. Uno studio che commissionato a MediaScience nel giugno 2015 ha dimostrato che i consumatori - sia utenti Twitter che non - hanno trascorso circa il 123% di tempo in più sugli annunci di Twitter Audience Platform che sulle tradizionali pubblicità mobile interstitial. La ricerca ha anche rivelato che i non utenti Twitter che hanno visto un’inserzione su Twitter Audience Platform hanno espresso un sentiment positivo rispetto al brand dell’11%
superiore.

Disponibilità
Twitter Audience Platform è oggi disponibile a livello globale a tutti i clienti gestiti che generano interazioni con i Tweet e visualizzazioni video. Un’altra versione verrà testata da una selezione di clienti che promuovono installazioni di app e nuove interazioni con app. Nel corso dei prossimi mesi estenderemo il programma ad altri obiettivi, inclusi i clic verso il sito web e le conversioni.

Come iniziare
Per iniziare ad usare Twitter Audience Platform, contattare l'account manager a Twitter. Per creare un account Twitter Ads, visitare la pagina ads.twitter.com/getstarted.

Formazione su misura per le agenzie con Twitter Flight School
Twitter è lieta di presentare Twitter Flight School, un programma di formazione online e interattivo dedicato alle agenzie. Flight School è stato progettato appositamente per permettere alle agenzie di sfruttare tutta la potenza della piattaforma per ideare, implementare e ottimizzare le campagne marketing su Twitter.

Inserzionisti e agenzie sono pienamente convinti dell’utilità di Twitter, e le loro domande si orientano ormai sul ”come” e non sul “perché”. Ad esempio: come posso costruire una strategia editoriale efficace per il mio cliente su Twitter? Come posso sfruttare in maniera ottimale le soluzioni sponsorizzate per inviare il messaggio giusto nel momento giusto alle persone giuste? Twitter Flight School nasce per rispondere proprio a questi interrogativi.

Perché un’agenzia dovrebbe utilizzare FlightSchool?
1. Imparare dalla pratica
Simulazioni pratiche e scenari che derivano da casi reali saranno oggetto di studio in modo da imparare in maniera non solo efficace ma anche divertente.
2. Una formazione adatta al proprio profilo professionale
Ogni profilo professionale potrà beneficiare di un’esperienza di formazione personalizzata che integra i contenuti di interesse specifici per il mercato di competenza. Questa piattaforma è stata concepita per adattarsi in maniera puntuale alla quotidianità lavorativa di ogni partecipante. La durata della formazione è breve (meno di un’ora) ed è accessibile da qualsiasi computer o dispositivo mobile.
3. Accesso a risorse e contenuti esclusivi
Oltre ai percorsi specifici per ciascun profilo professionale, la piattaforma offrirà dei corsi avanzati e una libreria di contenuti che consentiranno ai partecipanti di sviluppare ulteriormente le competenze. L’accesso a Flight School consente dunque di beneficiare, in esclusiva, di una fonte di informazioni che viene continuamente arricchita (case study, infografiche, studi, schede prodotto, buone pratiche, strumenti) e che comprende anche documenti da scaricare.
4. Una certificazione per comprovare la propria formazione e distinguersi sul mercato
Dopo aver seguito questo corso di formazione ogni partecipante riceverà un badge digitale. Lo riceverà ogni anno e potrà essere aggiunto alla firma digitale, al profilo LinkedIn e a qualsiasi sito web, evidenziando così le proprie competenze.

Come collegarsi: è molto semplice, è sufficiente cliccare su twitterflightschool.com e successivamente:
1. Inserire il nome utente Twitter e la password
2. Indicare il nome, indirizzo, e-mail professionale e Paese
3. Confermare l’indirizzo e-mail dalla mail di conferma che è stata inviata alla casella di posta elettronica
4. Scegliere infine il percorso formativo che corrisponde al proprio profilo professionale. E così la formazione può iniziare

Twitter lancia l’autoplay dei video e un nuovo standard per la misurazione dell’effettiva visualizzazione Oggi introduciamo un nuovo modo per fruire ancora più facilmente dei video nativi, delle GIF e dei Vine su Twitter. Questi contenuti ora si riprodurranno in automatico nelle timeline degli utenti e su tutta la piattaforma.

Abbiamo iniziato rilasciando queste novità per i dispositivi iOS e per la versione desktop di Twitter, e presto sbarcheranno anche su Android.

Da oggi, quando un utente scorrerà la sua Twitter timeline e vedrà un video, quel contenuto si riprodurrà automaticamente senza audio. Cliccando sul video, invece, l’utente visualizzerà il contenuto a schermo intero, con l’audio.

Le persone potranno ovviamente retwittarlo, aggiungerlo ai preferiti o commentarlo, in qualsiasi momento. Per rendere l’esperienza multimediale rilevante, senza interruzioni e fluida, questo meccanismo sarà applicato anche alle GIF e ai Vine condivisi su Twitter.
Da oggi, inoltre, i video appariranno nelle timeline con un formato più largo, che darà maggiore risalto al contenuto. I test che abbiamo condotto sull’autoplay hanno rivelato che le persone interagiscono con più frequenza con i video in questo nuovo formato e, i brand e gli editori nostri partner hanno rilevato un incremento dei tassi di visualizzazione. Tutto questo si traduce in un minore cost-per-view per gli inserzionisti e un maggiore ricordo del video da parte dei consumatori.

"Stiamo creando un nuovo standard per misurare le effettive visualizzazioni dei video" E' stato sottolineato durante la conferenza stampa "A partire da oggi, infatti, una visualizzazione video su Twitter sarà addebitata all’inserzionista solo nel momento in cui il video sarà visibile al 100% nel dispositivo dell’utente e sarà fruito per almeno 3 secondi. Stiamo implementando questo
standard perché semplicemente crediamo che sia la cosa giusta da fare. Se un video non è in-view al 100%, non riteniamo che vi sia nulla da addebitare all’advertiser".

"Inoltre, presto lavoreremo con diversi fornitori di sistemi di verifica, per dare agli inserzionisti la sicurezza che il loro Promoted Video raggiunga lo spettatore giusto con il giusto messaggio. Questo è importante soprattutto quando si parla di misurazione dei contenuti video. Twitter sta dialogando attivamente sia con Nielsen sia con Moat per fornire una verifica di terza parte sulle metriche delle campagne Promoted Video, in modo da assicurare ai nostri partner la più completa trasparenza sull’efficacia dei loro sforzi di marketing su Twitter."

"Abbiamo fatto molto - ha concluso - per migliorare il modo in cui sia gli utenti sia i brand possono scoprire e fruire i video su Twitter. Con l’introduzione dell’autoplay e con la nostra decisione sullo standard di misurazione, riteniamo che Twitter sia attualmente la migliore piattaforma al mondo in cui gli inserzionisti possono condividere e distribuire i migliori contenuti video".

Tags:
twitter-adv-piattaforma-social
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.