A- A+
MediaTech
Antonella Viola gela lo studio di La7: "Il vino no, ma la cannabis libera sì"
Antonella Viola

Tuttavia, quella della dottoressa è stata tutt’altro che una stroncatura, come dimostra quanto aggiunto al dibattito in studio: “Se in Italia ci sono sei milioni di consumatori di cannabis, è ovvio che lasciare il monopolio in mano al mercato nero è qualcosa che mette a rischio la nostra salute e alimenta una delinquenza che dovremmo cercare di arginare”, afferma distinguendo il piano dei rischi per la salute e quello della consapevolezza. 

LEGGI ANCHE: “Il vino fa venire il tumore”, bufera sulla virologa Viola

Queste dichiarazioni, contestualizzate con quelle recenti sul vino, sono state accolte con stupore generale, sentiment del quale Viola ha evidentemente colto l’ambiguità quando ha chiosato: “Ai ragazzi è importante ricordare che tutti i tipi di sostanze stupefacenti fanno male e causano importanti effetti collaterali, è bene tenersi lontani anche dall’alcol”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
antonella violacannabisla7legalizzazione droghe leggerevino





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


in vetrina
Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina

Amazon, le mini case arrivano in Italia: possono costare meno di una macchina


motori
Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.