A- A+
MediaTech
Apple condannata a pagare 234 milioni. "Ha rubato i brevetti"

Apple e' stata condannata a pagare un totale di 234 milioni di dollari (206 mln di euro) per risarcire i danni per la violazione dei brevetti sui chip per la tecnologia mobile registrati dai ricercatori della University of Wisconsin. AL centro del contendere tecnologie usate sui chip Apple A7, A8 e A8X chip usati su diversi modelli di iPhones e iPad.

I giudici hanno accolto martedi' le 9 richieste dei ricercatori ed hanno parallelarmente 'bocciato' su tutta la linea la posizione di Apple, che si limitava a sostenere semplicemnte che i brevetti non fossero validi. Oggi e' arrivata la quantificazione il danno. E si tratterebbe solo dell'inizio. I tecnici dell'ateneo sono pronti a fare causa ad Apple su altri elementi.

"Questo e' un caso in cui il lavoro duro dei ricercatori di una nostra universita' e l'integrita del sistema dei brevetti ha prevalso", ha commentato soddisfatto Carl Gulbrandsen, direttore generale della organizzazione non-profit "Wisconsin Alumni Research Foundation" che ha citato in giudizio Apple, sottolinando che la corta ha "riconosciuto il lavoro fondamentale fatto nel nostro campus".

No comment da Cupertino sul verdetto, anche se ha annunciato che fara' ricorso. I giudici hanno riconosciuto che Apple ha usato in alcuni dei suoi popolari strumenti, chip che erano stato brevettati nel 1998 per migliorare l'efficienza e le perfomance dei microprocessori. Gli inventori di questi chip sono stati riconosciuti essere Andreas Moshovos, Scott Breach, Terani Vijaykumar, e Gurindar Sohi, ricercatori alla University of Wisconsin. "Quasi due decenni fa abbiamo cercato di anticipare come i computer avrebbero funzionato oggi. La nostra squadra ha investito 11 anni di lavoro per risolvere questo problema"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
apple234 milionibrevetti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.