A- A+
MediaTech
steve jobs apple

Utili in calo per Apple nel secondo trimestre dell'anno terminatoi il 30 marzo scorso, nonostante l'aumento del fatturato. E' la prima volta nell'ultimo decennio che la società di Cupertino riporta una contrazione dei profitti. L'azienda ha annunciato un fatturato di 43,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 9,5 miliardi di dollari, pari a 10,09 dollari per azione diluita. Nello stesso trimestre del 2012 Apple aveva registrato un fatturato di 39,2 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 11,6 miliardi di dollari, pari a 12,30 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 37,5 percento, rispetto al 47,4 percento registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66 percento del fatturato trimestrale. "Siamo lieti di annunciare un fatturato record per il trimestre di marzo grazie alla continua forte performance di iPhone e iPad" ha affermato Tim Cook, Ceo di Apple. "I nostri team sono al lavoro su fantastici nuovi hardware, software e servizi - ha aggiunto - e siamo molto entusiasti dei prodotti nella nostra pipeline". Apple ha venduto 37,4 milioni di iPhone durante il trimestre, rispetto ai 35,1 milioni dello stesso periodo di un anno fa. In crescita anche le vendite di iPad, pari a 19,5 milioni rispetto agli 11,8 milioni dello stesso trimestre del 2012. L'Azienda ha venduto poco meno di 4 milioni di Mac rispetto ai 4 milioni precedenti. "La nostra generazione di cash rimane molto forte, con oltre 12,5 miliardi di cash flow generato dalle operation nel corso del trimestre, con un cash balance finale di 145 miliardi di dollari," ha commentato Peter Oppenheimer, Cfo di Apple.

Il consiglio di amministrazione della Mela ha dato il via a un incremento a 60 milioni di dollari (contro i 10 inizialmente previsti) del piano di riacquisto di azioni proprie e ad un incremento del dividendo del 15% a 3,05 dollari per azione. Il piano di buyback era stato annunciato dalla Apple lo scorso marzo e dovrebbe completarsi entro la fine del 2015. Con questo incremento, la società lo definisce "il più grande piano di riacquisto di una singola azione mai autorizzato nella storia".

I conti certificano un momento difficile per Apple. E danno ulteriore slancio alle voci che vedono un allontanamento di Tim Cook, il Ceo del dopo-Jobs.

 

Tags:
appletim cookipadiphone

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.