A- A+
MediaTech

Il giornalismo di denuncia non va censurato. Lo ha stabilito la Cassazione, rigettando il ricorso presentato dai vertici della Casa Olearia Italiana spa contro una sentenza con cui la Corte d'appello di Lecce aveva assolto Milena Gabanelli e Bernardo Iovene, della trasmissione 'Report', dal reato di diffamazione in concorso.

Al centro del processo, un servizio in cui veniva avanzato il sospetto che la ditta querelante fosse, all'epoca dei fatti, "autrice di sofisticazioni" dell'olio extravergine di oliva. I giudici del merito avevano assolto i due imputati riconoscendo in loro favore la causa di giustificazione del "diritto di critica", ritenendo che avessero agito "nella convinzione che quel sospetto fosse fondato".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
reportgabanelliassoluzione
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.