A- A+
MediaTech
Bodyprint, lo smartphone si sblocca con l'orecchio

Le dita? Antiche. Lo smartphone si sbloccherà con l'impronta dell'orecchio. O, se preferite, con un pugno. È l'idea di Bodyprint, un sistema di riconoscimento biometrico creato da Yahoo Labs che espande l'area di riconoscimento da un singolo pulsante (come avviene per l'iPhone e altri smartphone) all'intero dislplay. In questo modo sarà possibile rendere riconoscibile non solo l'impronta giditale ma anche quella del pugno, del palmo, dell'orecchio o delle falangi.

Il modello è perfettibile. La risoluzione attualmente disponibile rende impossibile ampliare a tutto lo schermo la funzione oggi svolta da un'area molto più ridotta. Ma il team di Yahoo Labs ha fatto di necessità virtù: con una risoluzione alta ma non ancorta sufficiente è possibile sfruttare impronte più ampie di un solo dito. Senza cedere in sicurezza: il riconoscimento è attendibile nel 99,98% dei casi. Quando poi la risoluzione migliorerà (e migliorerà di certo) basterà implementare la tecnologia già sviluppata da Bodyprint.     

 

Tags:
smartphonebodyprintbiometricaiphoneimpronte digitali
in evidenza
Leao perde la causa milionaria Pagherà 20 mln di risarcimento

Chiuso il caso con lo Sporting

Leao perde la causa milionaria
Pagherà 20 mln di risarcimento

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.