A- A+
MediaTech
Coronavirus: Huawei e Retelit uniscono Napoli e Shanghai in videoconferenza

Huawei e Retelit uniti nella lotta al coronavirus

Nella mattina del 2 aprile, un’equipe di specialisti dell’ospedale Cotugno di Napoli si è potuta confrontare con un team medico dell’ospedale Zhongshan, Shanghai, per confrontare i risultati raggiunti nella lotta al coronavirus. La videoconferenza è stata possibile grazie a Huawei e Retelit, che hanno messo a disposizione le loro tecnologie per garantire la miglior qualità dio comunicazione ai medici, nella maggior sicurezza possibile.

Il comunicato stampa di Huawei e Retelit

collegamento Napoli Shanghai Covid 19 a
 

Questa mattina un’equipe medica di selezionati specialisti dell’Ospedale Cotugno di Napoli si è collegata in videoconferenza con un team medico dell’ospedale Zhongshan della Fudan University di Shanghai.

La connessione, durata circa due ore, è stata l’occasione di confronto fra due primarie istituzioni sanitarie e ha permesso ai medici cinesi di mettere a disposizione best practice a livello diagnostico e di cura, mentre l’equipe del Cotugno ha condiviso l’esperienza locale e le sperimentazioni farmacologiche in corso.

Gli Ospedali dei Colli, di cui il Cotugno fa parte, sono la prima struttura a usufruire di questa opportunità, che vedrà coinvolte altre undici realtà ospedaliere italiane.

Il collegamento è stato possibile grazie alla soluzione resa disponibile e installata in tempi brevissimi da Huawei e Retelit, che hanno fornito rispettivamente gli apparati di videoconferenza e la tecnologia cloud che, tramite sistemi di archiviazione sicuri, consente l’accesso tempestivo ai dati e alle cartelle dei pazienti.

Nell’attuale emergenza sanitaria è diventato evidente il ruolo centrale che le tecnologie digitali possono svolgere nel facilitare diagnostica, visite e cure a distanza, ma anche nel mettere in collegamento medici e ricercatori di tutto il mondo per condividere informazioni, esperienze e buone prassi

collegamento Napoli Shanghai Covid 19 c
 

Si tratta di una pratica di fondamentale importanza che può permettere di individuare velocemente i protocolli di cura più efficaci ma che richiede una dotazione tecnologica adeguata da parte delle strutture

sul territorio. Da qui l’importanza della cosiddetta solidarietà digitale, che chiama le aziende tecnologiche a offrire il proprio contributo e le migliori risorse.

Il sistema in taluni casi viene utilizzato anche per il collegamento fra ospedali diversi o più strutture all’interno della stessa azienda ospedaliera, riducendo così le occasioni di contagio e aumentando la sicurezza.

Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus newscoronavirus italiacoronavirus news italiacoronavirus shanghaihuaweiretelithuawei retelithuawei retelit cloud
    in evidenza
    Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti

    Gossip sorprendente

    Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti

    
    in vetrina
    Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere

    Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere


    motori
    Nasce a Milano la Stellantis Brand House

    Nasce a Milano la Stellantis Brand House

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.