A- A+
MediaTech
De Bortoli lascia il CorSera. Traghetterà sino a primavera

Ferruccio de Bortoli lascia la direzione del Corriere della Sera. Lo annuncia un comunicato della Rcs, il gruppo che edita il quotidiano di via Solferino. Il cda di Rcs ha infatti approvato l'accordo "con il dottor Ferruccio de Bortoli per la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera, con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla societa' e al gruppo, nel quale entro' alla fine del 1973".

L'azienda, prosegue la nota, ha chiesto "al direttore di rimanere alla guida del Corriere fino alla prossima assemblea ordinaria della societa' che approvera' il bilancio 2014 (primavera del 2015), al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali". L'azienda ha inoltre invitato de Bortoli "a partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore, in supporto al comitato nomine della societa', e il dottor de Bortoli ha accolto la proposta dell'azienda".

Ma De Bortoli non sembra così sereno. Niente dimissioni ma accettata proposta di uscita dall'azienda, una volta verificato che non c'era spazio per un nuovo inizio: lo dice lui stesso a Prima Comunicazione. "Ho sperato che ci fosse la possibilita' di un nuovo inizio ma, verificato che non c'erano assolutamente le condizioni, alla fine ho accettato la proposta di uscita che mi e' stata fatta dall'azienda. Lascero' la direzione del Corriere della Sera il 30 aprile 2015. Comunque non ho dato io le dimissioni", chiarisce de Bortoli.

Intanto Rcs fa sapere di aver chiuso il primo semestre 2014 con una perdita di 70 milioni di euro, a fronte della perdita di 125,4 milioni accusata nei primi sei mesi del 2013. I ricavi sono ammontati a circa 611 milioni, in calo del 5,6% rispetto ai 647,5 milioni fatturati nei primi sei mesi dello scorso anno. L'Ebitda pre oneri e proventi non ricorrenti e' negativo per 4,2 milioni di euro, contro i -28,6 milioni del primo semestre 2013. L'Ebitda post oneri e proventi non ricorrenti e' invece negativo per 29,2 milioni, a fronte dei -104,8 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. L'Ebit e' negativo per 65,1 milioni, contro i -142,8 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. L'indebitamento finanziario del gruppo a fine semestre era pari a quasi 518 milioni, contro l'indebitamento di 474 milioni segnato a fine 2013. L'organico del gruppo a fine semestre e' di 4mila persone (al lordo dei cassintegrati), in calo di 756 unita' rispetto allo stesso periodo del 2013.

Via Solferino ha poi raggiunto un accordo, non ancora formalizzato, con il pool di banche per la riduzione del costo del debito da 600 milioni di euro. Per quanto riguarda l'andamento dell'intero 2014, Rcs prevede per l'anno in corso, "nel complesso, ricavi sostanzialmente stabili rispetto al 2013 e rispetto alla precedenti ipotesi di lieve crescita". In particolare, si prevede per il 2014 un'ulteriore perdita seppure "in miglioramento rispetto a quanto registrato nel 2013". Rispetto al piano 2013-2015, infine, Rcs conferma l'obiettivo di triplicare l'Ebitda ante oneri non ricorrenti rispetto al 2013, anche grazie a efficienze per oltre 70 milioni, superiori al target annuo di 50/60 milioni comunicato in precedenza.

La risoluzione del rapporto contrattuale con il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, comportera' per Rcs nell'esercizio 2014 oneri non ricorrenti per 2,5 milioni di euro. E' quanto si legge in una nota del gruppo che edita il quotidiano di via Solferino.

Tags:
de bortolicorriere della sera
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.