A- A+
MediaTech
Denuncia collettiva contro Apple: iOS 8 occupa troppa memoria

Una denuncia collettiva contro la Apple è stata presentata il 30 dicembre alla Corte Federale degli Stati Uniti. I consumatori americani accusano la Mela di non aver informato correttamente gli utenti riguardo allo spazio che iOS 8 occupa nell'iPhone dopo essere stato scaricato.

Il sistema operativo iOS 8, reso disponibile dallo scorso settembre su tutti gli iDevice, può occupare anche più del 23,1% di storage, quindi della memoria complessiva dell'iPhone ma Apple non informa, quindi non prepara gli utenti a questa evenienza quando acquistano e si apprestano ad eseguire il download dell'aggiornamento sui loro telefoni. Il giudice dovrà stabilire quali danni dovrà eventualmente pagare Apple.

Tags:
appleiosmemoriadenuncia
in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


in vetrina
Scatti d'Affari GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre

Scatti d'Affari
GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre


casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.