A- A+
MediaTech
Expo 2015? Modello per la Digital Smart City del futuro

La prima Digital Smart City italiana è nata a Rho/Pero. Expo 2015 è stata l'occasione per sperimentare un modello tecnologico per le città del futuro. Con TIM, in partnership con Ericsson, e le infrastrutture di telecomunicazioni ed ICT realizzate per l'esposizione universale.

Per capire l'impatto del progetto, basta elencare alcuni risultati: 110 Terabyte di dati scaricati, 11 milioni di chiamate da clienti TIM, 5 milioni di sessioni Wi-Fi e 21 milioni di biglietti emessi con TIM Cloud, 7,5 milioni di interazioni sui totem multimediali. Se i numeri non sono abbastanza chiari: il traffico dati settimanale è stato superiore a quello di una città di medie dimensioni come Terni e Foggia.

“La partnership con Expo 2015 è per noi motivo di orgoglio – ha affermato Marco Patuano – non solo per esser stati i primi a credere in un progetto così ambizioso e ‘visionario’ ma anche per il ruolo determinante del nostro contributo tecnologico. Tutti gli indicatori di utilizzo delle reti confermano lo straordinario successo e i livelli di eccellenza delle prestazioni offerte dai servizi ICT messi a disposizione da TIM. Nell’intera area milanese l’accesso alle connessioni dati durante i mesi dell’evento è cresciuto, in rapporto al 2014, di oltre il doppio rispetto alla media nazionale, così come più che doppia è risultata anche la percentuale di stranieri collegati in roaming su rete TIM”.

Schermata 2015 12 16 alle 08.59.48
 

Il progetto ha richiesto un investimento consistente da parte di TIM. E’ però nata una città nella città, fatta di 300 chilometri di fibra ottica, 50 antenne dedicate e 450 server virtuali. Una rete tecnologica che ha collegato i 120 padiglioni di Expo e 15 mila oggetti di una rete mobile 4G.

Il cuore di questa Digital Smart City è stata la Centrale di Comando e Controllo (EC3) di via Drago. Un punto di snodo nel quale si è integrata la gestione di 100 tipologie di servizi operativi tecnologici, logistici e di pubblica sicurezza durante, con tempi di risoluzione entro le due ore per oltre il 96% delle segnalazioni.

“Dalle piattaforme di Big Data al Broadcasting di contenuti video in alta definizione attraverso la tecnologia LTE, fino ai servizi avanzati in ambito Smart Tourism: le soluzioni e i sistemi innovativi presentati in Expo rappresentano un’importante eredità in grado di abilitare lo sviluppo delle città digitali dei prossimi anni. Un futuro nel quale TIM intende continuare a interpretare un ruolo da protagonista a supporto della crescita del Paese”, ha concluso Marco Patuano.

Schermata 2015 12 16 alle 09.00.01
 

La #DigitalSmartCity è il frutto di una partnership stretta da TIM ed Ericsson. Non è stata la sola iniziativa sostenuta dai due gruppi. TIM ed Ericsson (in collaborazione con Coop Italia) hanno promosso anche “Internet of food”, il primo Hackathon dedicato alla gestione intelligente del cibo. La maratona di coding è stata vinta dal Team ReFood con una proposta di “last minute food outlet”.

Schermata 2015 12 16 alle 09.02.02
 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
expo 2015timericcsontlcmarco patuano
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.