A- A+
MediaTech
Facebook Payments: paga gli amici via Messenger

Tutta la vita su Facebook. Per non perdenere gli utenti neanche per un minuto, il social consentirà di inviare denaro agli amici tramite Messenger. L'annuncio è arrivato con un post sul blog di Facebook.

Non servirà chiudere la chat per aprire PayPal e un'altra app: due tap e il gioco è fatto. Il meccanismo è semplice: serveno 20 dollari? Basta cliccare su un'icona, digitare la somma e confermare la scelta.  

Il denaro viaggia sui circuiti Visa e Mastercard. Al primo utilizzo, quindi, sarà necessario registrare la propria carta (di credito o di debito). Facebook Payments sarà operativo "nei prossimi mesi", a partire dagli Usa su iOs, Android e desktop. Ecco il video ufficiale che spiega come funziona  

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
facebook paymentsfacebookmessenger
in evidenza
Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

Che cosa accadrà il prossimo anno

Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
Nostradamus, le profezie 2022

i più visti
in vetrina
Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


casa, immobiliare
motori
Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.