A- A+
MediaTech

Mille nuovi posti di lavoro per giornalisti a tempo indeterminato e determinato in tre anni. E' l'obiettivo che si pone Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria, nel mettere a punto il decreto della presidenza del Consiglio che definisce le linee guida per l'erogazione del fondo straordinario all'editoria. A quanto si apprende da fonti di governo, stamane Lotti ha illustrato tali linee alla riunione dei parlamentari Pd, indicando in 45 milioni l'entita' del fondo per il 2014, di cui circa 20, da replicare nei due anni successivi, dedicati alla nuova occupazione. Poco meno della meta' del fondo andra' in ristrutturazioni e prepensionamenti in base alla legge 416 e una piccola parte anche ad ammortizzatori sociali cofinanziati dagli editori. Si valuta che tale parte potrebbe riguardare circa 150-160 giornalisti che andrebbero a usufruire dei prepensionamenti.

La parte residuale del fondo sara' legata ad incentivi per l'innovazione, anche tramite un fondo speciale di garanzia, e in minima parte si istituira' un 'premio' alle start up e alle nuove idee editoriali. Si sta valutando anche l'introduzione di un meccanismo di verifica in corso d'opera per il raggiungimento degli obiettivi di nuova occupazione stabile. I tempi indicati da Lotti per l'emanazione del Dpcm sono strettissimi, gia' entro la fine di giugno.

Tags:
editoriagoverno renzi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.