A- A+
MediaTech
Google, pugno duro della Francia. Il Fisco chiede 1,6 miliardi

Altro che i 130 milioni chiesti dal Fisco britannico. La Francia fa sul serio: avrebbe chiesto a Google 1,6 miliardi di euro di tasse non pagate.

È solo l'ultimo capitolo della battaglia fiscale nei confronti di Big G. Ma è la prima volta che le cifre raggiungono quest'ordine di grandezza. Londra, ad esempio, ha chiuso un accordo per 130 milioni. Un importo talmente ridotto da aver provocato proteste e interrogazioni parlamentari.

Al momento la notizia è stata riportata da Reuters, che cita un funzionario del ministero francese che ha chiesto di rimanere anonimo. Nessun commento da Google e per ora nessuna conferma dal ministero francese. La procedura prevede una richiesta “preliminare” che potrà essere contestata in sede giudiziaria.

Forse per questo motivo le azioni di Alphabet (la holding di Google) non ha risentito della notizia in borsa, dove viaggia sulla linea del pareggio dopo un lieve rosso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
googlefiscofrancia
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.