A- A+
MediaTech
Addio polemico del boss di Google+. Dalla concorrenza a Facebook al flop


Google+ ha perso il suo creatore. Vic Gundotra, vice presidente di Google, ha annunciato che sta per lasciare l'azienda. E' stato lui ha creare il famoso social network del motore di ricerca. "Non ci sono più persone di talento e con passione qui", ha affermato. Larry Page, CEO di Google , ha lodato il "coraggio" Vic Gundotra: "Google+ è stato costruito da zero".

Google+ è nato nel 2011 come risposta un po' tardiva al successo di Facebook. Più che un social network, la piattaforma è costruita come un "overlay sociale", ovvero supporta gli utenti in diversi servizi di Google. Ad esempio, un utente di Gmail ha automaticamente un account Google+. E' anche fondamentale per lasciare un commento su YouTube, la piattaforma video acquisita da Google nel 2006. Dal 2013, Google offre anche uno strumento per utilizzare il suo account di Google+ per connettersi a un servizio online o applicazione mobile. Intitolata "google+ Sign-In" è utilizzata dal 26% degli utenti che si connettono a un'applicazione mobile tramite un account su un social network, contro il 62% di Facebook.

Queste integrazioni consentono a Google+ di avere un alto numero di utenti attivi: ha sostenuto più di 300 milioni di iscrizioni alla fine del 2013, tuttavia, la piattaforma in sé è di scarso interesse per gli utenti. Secondo Médiamétrie, un utente francese Google+ rimane sul sito una media di 6 minuti al mese, contro le quasi 6 ore su Facebook. Il social network è stato anche definito una "città fantasma" dal Wall Street Journal.

Dietro le quinte, il progetto Google+ è stato tutt'altro che unanime. Secondo TechCrunch, molte tensioni esistevano tra Vic Gundotra e il resto del team di gestione di Google. Il sito web dedicato sostiene che Google viaggia verso un futuro di "morti viventi" a causa della sua testa smembrata.

Tags:
google

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.