A- A+
MediaTech
Innocenzi: "La carne cellulare? È buona, il ministro Lollobrigida la assaggi"

Giulia Innocenzi: "Vietare la carne sintetica in Italia vorrebbe dire escludere i nostri imprenditori dal business"

La carne sintetica è davvero un “male” come sostiene il governo o c’è qualcosa di più “sporco” sotto? Da anni, ormai, si sente parlare di sostenibilità: parola, questa, che non riguarda solo il benessere dell’ambiente, ma anche dell’economia del nostro Paese. E un esempio molto poco virtuoso del concetto di sostenibilità sono gli allevamenti intensivi (di cui purtroppo l’Italia è piena).

LEGGI ANCHE: Maiali agonizzanti, giornalista aggredita: "Io turbata, mai successo"

Questo genere di allevamenti, che riforniscono anche i grandi colossi del settore alimentare nostrano sul quale viene impresso con vanto il logo “made in Italy”, oltre che a provocare un dolore immane agli animali destinati al macello (il più delle volte maltrattati e mantenuti in condizioni disgustose), è causa di un’enorme quantità di inquinamento.

Inoltre, ma questo non riguarda solo l’Italia bensì il mondo intero, il consumo di carne animale è troppo elevato e, appunto, non più sostenibile. Ed è proprio qui che entra in campo l’innovazione portata dalla carne a base cellulare (questa la definizione più adatta e meno dispregiativa). Con questo nuovo modo di allevare, infatti, si può ottenere lo stesso prodotto senza passare dal massacro degli animali.

LEGGI ANCHE: "Quando ero al Tg3 chiedeva due servizi al giorno". Renzi querela Berlinguer

Ma per capirne di più, Affaritaliani.it ha interpellato Giulia Innocenzi, giornalista in forza a Report, programma di inchieste in onda su Rai 3, e soprattutto tra le pochissime persone in Italia ad aver provato di persona la “carne coltivata”.

Lei è tra le uniche persone in Italia ad aver provato la carne sintetica

“Innanzitutto, ‘carne sintetica’ non è il termine corretto. È volutamente antipatico ed è nato proprio per confondere sull’origine del processo e non attirare i consumatori. Il termine giusto è ‘carne a base cellulare’ in quanto è sì realizzata in laboratorio, ma la base di partenza è un’autentica cellula animale”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
allevamenti intensivicarne sinteticagiulia innocenzilollobrigida





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO

Il Roma Pride compie 30 anni: Annalisa madrina e Elly Schlein al corteo. FOTO e VIDEO


motori
Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Luca De Meo CEO Renault Group, la visione dietro l'Alpine A290

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.