A- A+
MediaTech
Google, Facebook e Comcast: ecco chi comanda nella lobby tech

La lobby tech avanza. Google è l'impresa che spende di più per fare pressione sul congresso Usa. Manovre che negli Stati Uniti sono trasparenti e certificate. A tal punto da poter stilare una classifica dei big spender. Big G trionfa, grazie ai 3,82 milioni di dollari investiti in opera di persuasione.

Secondo i dati elaborati da Consumer Watchdog, Google precede AT&T (3,67 milioni) e Verizon (3,55 milioni), leader di un settore, quello delle telecomunicazioni, che tradizionalmente punta a interferire sulle decisioni governative.

In forte crescita la spesa di Comcast, che ha spinto (con 3,09 milioni di dollari) per far approvare alla Federal Communications Commission la maxi-acquisizione di Time Warner Cable. Guarda caso anche l'acquisita TWC ha arrotondato, fino a sfiorare i 2 milioni.   

Restingendo il campo al settore web e computer, dietro Google si piazza Facebook. Mark Zuckerberg sta, ormai da un paio d'anni, presidiando Washington con più attenzione. La spesa in attività di lobbying è cresciuta del 13,5% rispetto a un anno fa e tocca i 2,78 milioni. Facebook scavalca Microsoft, storico leader della classifica fino all'avvento di Mountain View. Gli equilibri stanno cambiando. E anche sua maestà Apple ha deciso di sporcarsi le mani. Per la prima volta, la Mela ha speso più di un milione di euro. Rispetto al 2013, quando Tim Cook ha sborsato 720 mila dollari, l'incremento è del 48,6%. Nessuno registra un progresso così consistente.

E gli altri? Oracle spende 1,51 milioni, IBM 1,26 milioni, Intel 1,23 milioni,  Amazon 830 mila dollari, Yahoo 710 mila dollari e Cisco 590 mila.

 

Tags:
lobbytechgooglefacebook
in evidenza
Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!


in vetrina
Scatti d'Affari Scali ferroviari, quasi ultimati i lavori per la stazione Tibaldi a Milano

Scatti d'Affari
Scali ferroviari, quasi ultimati i lavori per la stazione Tibaldi a Milano


casa, immobiliare
motori
 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.