A- A+
MediaTech
Messenger, videochiamate al via. Facebook sfida Skype

Ci vediamo su Messenger. Il servizio che ha assorbito la chat di Facebook avvia le videochiamate. L'interfaccia rimane uguale a quella attuale. Ma si aggiunge una nuova icona, in alto sulla destra dello schermo: un piccola videocamera. Basta un tap e partirà istantaneamente la videochiamata. 

Le videochiamate sono gratuite. Il funzionamento di base è uguale al quello di Skype. Con una limitazione. Come afferma Facebook, le chiamate saranno possibili "da uno smartphone a un altro smartphone". Non ci sono però barriere imposte dai sistemi operativi: iOs può comunicare con Android e viceversa. 

In pochi mesi, Messenger è diventato molto più di un servizio di chat. Facebook ha creato una piattaforma, ha introdotto la possibilità di inviare denaro agli amici con un click e si prepara a lanciare Business on Messenger, orientato al lavoro.

Le videochiamate sono pronte per essere usate in Belgio, Canada, Croazia, Danimarca, Francia, Grecia, Irlanda, Laos, Lituania, Messico, Nigeria, Norvegia, Oman, Polonia, Portogallo, UK, Usa e Uruguay. Per l'Italia ancora qualche mese di attesa.

Tags:
messengervideochiamatefacebookskypechat
in evidenza
Formazione continua e lavoro Ecco come superare il mismatch

La visione di Fondo For.Te.

Formazione continua e lavoro
Ecco come superare il mismatch


in vetrina
E.ON, inaugurato impianto fotovoltaico alla Scuola Germanica di Milano

E.ON, inaugurato impianto fotovoltaico alla Scuola Germanica di Milano


motori
Nuova Gamma Ypsilon MY23, sempre più connessa

Nuova Gamma Ypsilon MY23, sempre più connessa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.