A- A+
MediaTech
Mimesi lancia il nuovo sito web
Marina Bonomi, ad Mimesi, che ha acquisito i contratti della fallita Selpress.

Oggi Mimesi lancia il suo nuovo sito web e rinnova completamente la sua immagine con un nuovo logo e nuovi colori che rappresentano una sintesi del dinamismo degli ultimi anni. Un sito realizzato dalla web agency di Milano PrimeWeb secondo i più alti standard del momento e che consentirà ai potenziali utenti di avere la visione più articolata e ricca dei servizi innovativi offerti.

Marina Bonomi, ad di Mimesi, ha così commentato: “Con questo lancio vogliamo certificare il cambio di paradigma di Mimesi, che grazie a un’importante programma di sviluppo si è trasformata da service tradizionale di rassegna stampa a fornitore servizi innovativi basati sulla ricerca incrociata dei dati su stampa, TV, web e social”
Il mercato della rassegna stampa in Italia, legato al comparto della comunicazione, regge la compressione dovuta alla crisi e rimane un mercato consolidato e stabile. Il successo di Mimesi è stato reso possibile dal fatto che ha sempre operato come azienda innovativa e hi-end, investendo sia nella stampa che nei nuovi media digitali. La forte connessione con il partner Expert System ha portato all’adozione delle forme più evolute del motore semantico, con conseguente potenziamento del servizio a tutti i livelli.
 
Nel mercato sono in atto dei fenomeni di concentrazione e Mimesi ne ha colto le opportunità grazie alle acquisizioni di Selpress e Files Communication, portate a termine con successo nel corso del 2017. Secondo Bonomi “Queste acquisizioni fanno parte di una precisa strategia di sviluppo ed accelerano un processo già in corso di crescita organica dei clienti, dandoci la possibilità di valorizzare ancor meglio i nostri punti di forza: eccellente rassegna stampa, cura attenta dei clienti, prodotti evoluti e personalizzabili di media intelligence al servizio delle aziende.”
 
Il 2017 ha messo in evidenza un’altra grande tendenza: sempre più clienti richiedono servizi di monitoraggio del web e dei social media, infatti il fatturato derivante da monitoraggi digital è cresciuto più del 40% nel corso degli ultimi due anni. Questa richiesta da parte del mercato è stata accolta da Mimesi con un consistente investimento per il potenziamento del servizio, sia a livello di infrastruttura tecnologica sia con l’inserimento di nuove risorse nel team di analisi e reputation.
Oltre al web e ai social network, crescono anche i servizi tradizionali di rassegna stampa e audio-video. Inoltre, il mercato richiede sempre di più di affiancare al monitoraggio un servizio approfondito di analisi quali quantitativa (AVE) e della Media Reputation. Stiamo quindi parlando di una crescita organica che ha portato a conseguire risultati importanti:
• + 47% del fatturato negli ultimi 2 anni che è passato da 2.8 milioni € nel 2015 a 4.2 Milioni € nel 2017
• l’Ebitda è passato da una situazione di break even nel 2015 a un valore di ebitda del 20% del fatturato nel 2017

Tags:
mimesimarina bonomi
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"

Britney Spears, è guerra con il padre: "Rivoglio la mia vita"


casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.