A- A+
MediaTech
Rumors/ Il "nuovo" Tg5 cresce. E Mimun scende dall'Aventino

Per qualche giorno è stato sull'Aventino, ma alla fine ne è sceso. Clemente Mimun si è riavvicinato all'azienda e l'allarme in casa Tg5 è rientrato. Per qualche giorno il direttore non aveva firmato il telegiornale, esprimendo il malessere per la massiccia fuoriuscita di giornalisti verso News Mediaset, l'agenzia interna e trasversale di Rosanna Ragusa. Ma intanto il Tg5 continua a registrare ottimi ascolti, superando ripetutamente il Tg1...

Il progressivo passaggio di risorse dal secondo telegiornale italiano all'agenzia interna di Mediaset è cominciato parecchi anni fa. Quella che un tempo era conosciuta semplicemente come l'"Agenzia" è poi diventata News Mediaset, l'organismo interno e trasversale diretto dall'estate del 2013 da Rosanna Ragusa, professionista molto apprezzata in casa Mediaset.

E' soltanto di qualche mese fa lo scontro Cdr-Mimun sul riassetto giornalistico che ha portato allo spostamento di 15 giornalisti dal Tg5 a News Mediaset. Una situazione comune anche alle altre testate giornalistiche di casa Mediaset. Sono moltissimi, infatti, i giornalisti del Tg4 e di Studio Aperto a essere confluiti nell'agenzia interna nel corso degli ultimi anni. Lo scontro dell'estate scorsa è terminato con la decisione del Tribunale di Roma respingere il ricorso d’urgenza presentato da alcuni giornalisti in forza al Tg5 che contestavano la correttezza del riassetto giornalistico in atto nelle testate Mediaset. Risultato: lo spostamento è diventato effettivo e le redazioni di cronaca e di esteri del Tg5 sono finite nell'orbita di News Mediaset, mentre sono rimaste al loro posto quelle di politica ed economia.

Ma a un certo punto pare che anche Mimun sia rimasto infastidito dalla continua fuoriuscita di giornalisti dalla sua redazione e dal progressivo svuotamento. C'è chi ha notato che per qualche giorno, una settimana circa, il Tg5 è andato in onda senza che alla fine, dopo i saluti, apparissero le firme di direttore e vicedirettore. Una mossa, quella di non firmare mantenendo comunque la responsabilità legale, che avrebbe espresso il malessere di fronte a un telegiornale fatto in buona parte di servizi di un'altra testata.

Notando per qualche giorno la mancata firma c'è stato anche chi aveva sperato si potesse liberare un posto alla guida del secondo telegiornale italiano ma i gufi sono rimasti delusi, visto che da mercoledì 10 dicembre la firma di Mimun è tornata al suo posto. Sembra infatti che l'azienda abbia recepito il messaggio e che tra essa e il direttore possa nascere una nuova condivisione sulla base di una nuova forma di sinergia.

Da notare che, nel frattempo, il "nuovo" Tg5, pur svuotato, ha fatto registrare ottimi dati di ascolto. Pur in una fase piuttosto movimentata, tra fuoriuscite, servizi prodotti da colleghi esterni alla redazione e malesseri, nelle scorse settimane è stato più volte superato il Tg1. In attesa delle nuove sinergie, insomma, il prodotto funziona...

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mimuntg5
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.