A- A+
MediaTech
Native advertising, il futuro? Sedurre gli utenti

Sedurre i clienti. Nel vero senso della parola. Il native advertising passa anche dai siti di appuntamenti, come Tinder. Questa bella ragazza dice di chiamarsi Ava. Aggancia gli utenti tramite l'app e, complice l'aspetto grazioso, rimanda a un account Instagram. Dove però, il malcapitato non troverà foto di Ava ma la promozione del film Ex Machina, nelle sale in questi giorni.

Ava è in realtà l'attrice protagonista Alicia Vikander. Si tratta solo di un esempio, fornito durante il festiva SXSW. Ma è una prospettiva concreta per il native advertising. Ormai i brand lo hanno capito: la promozione "push" non basta. "Spingere" un prodotto è solo una delle tante tattiche possibili. In molti casi è meglio la strategia "pull". Non è il consumatre che osserva il messaggio ma è il marchio che "tira" il consumatore verso il prodotto. Il limite con lo spam è sottile. Ava è stato un esperimento, ma fornisce una prospettiva sul futuro del native advertising. Un advertising che, sfruttando la sfumatura tra app e vita privata, diventerà sempre più invasivo.      

Iscriviti alla newsletter
Tags:
native advertisingsxswavatinder
in evidenza
Usa, i Maneskin incantano ancora Show al Saturday Night Live

Il programma più seguito negli States

Usa, i Maneskin incantano ancora
Show al Saturday Night Live

i più visti
in vetrina
Sabrina Salerno in grande forma, social in estasi: "Fisico da ventenne". FOTO

Sabrina Salerno in grande forma, social in estasi: "Fisico da ventenne". FOTO


casa, immobiliare
motori
Parte a Empoli Mobilize Share, il nuovo servizio pubblico 100% elettrico

Parte a Empoli Mobilize Share, il nuovo servizio pubblico 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.