A- A+
MediaTech
apple wwdc

I tempi cambiano. E anche Apple si prepara a emettere i suoi Bond: un'emissione di debito, la prima dal 1996, resa necessaria per finanziare almeno una parte dei 100 miliardi di dollari che la Mela si è impegnata a restituire agli azionisti dopo le perdite registrate negli ultimi mesi. A curare l'operazione saranno Goldman Sachs e Deutsche. Eppure i soldi in cassa di Apple non mancano. Il problema è un altro. Gran parte del tesoro del gruppo  (circa 100 dei 145 miliardi complessivi) sarebbe custodita all'estero. con le obbligazioni si raccoglierebbe denaro fresco - a tasso fisso e variabile con sei scadenze diverse - che eviterebbe di pagare le salatissime tasse sul rimpatrio di capitali negli Stati Uniti. Secondo indiscrezioni riportate da Reuters, i bond avrebbero già attirato ordini per 50 miliardi di dollari. Apple punterebbe a raccoglierne 15-18. In questo caso sarebbe la maggiore emissione della storia da parte di una società non finanziaria.

Nonostante la performance non entusiasmante, c'è chi vede nelle azioni al ribasso di Apple un'opportunità. E' il caso del miliardario russo Alisher Usmanov, che ha acquistato titoli per 100 milioni. Evidentemente l'imprenditore russo punta sul rimbalzo del titolo, sceso al di sotto dei 400 dollari dopo il picco di 705 toccato a settembre. Usmanov è il 35esimo uomo più ricco del mondo, con un patrimonio di 15 miliardi di euro, ed è il proprietario di Mail.ru (gigante russo del web) nonché della squadra inglese di calcio inglese dell'Arsenal.

 

 

Tags:
appleobbligazionitim cook
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.