A- A+
MediaTech

 

Erano stati i primi a decretarne il successo. Ma ora gli adolescenti voltano le spalle a Facebook per rivolgersi ad altre applicazioni più "attraenti". E' lo stesso Mark Zuckerberg ad ammettere che il suo social network non è più così popolare fra i giovanissimi, pubblico da sempre volubile e pronto a cambiare in pochissimo tempo gusti e mode. "Crediamo che alcuni dei nostri utenti, specialmente i giovani, cerchino attivamente altri prodotti simili o come sostituti di Facebook", spiega il fondatore nell'informativa annuale per gli investitori.

Il fatto è - notano molti osservatori - che l'effetto moda per Facebook è ormai esaurito e gli adolescenti si orientano verso altre piattaforme come Tumblr e SnapChat per comunicare e condividere immagini, solo per fare un paio di esempi. Non a caso lo stesso Zuckerberg punta molto su Instagram, acquisita da Facebook quasi un anno fa per circa un miliardo di dollari: per il CEO è "fra le applicazioni che vedono crescere maggiormente la capacità di coinvolgere gli utenti".

Del resto, su Facebook ormai spopolano 30-40 che "cazzeggiano" in ufficio o dallo smartphone, e gli adolescenti (comprensibilmente) non bazzicano volentieri gli stessi luoghi frequentati dai genitori (e dai professori). Insomma, fra i ragazzi Facebook non è più "figo". E non è detto che la nuova messaggistica istantanea con tanto di chiamate gratis, da poco introdotta dal social network in alcuni paesi, possa bastare a restituire appeal a quello che sembra già un "dinosauro" della rete.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
facebookadolescentizuckerberg
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.