A- A+
MediaTech
Rai, faccia a faccia Renzi Gentiloni. In pista solo Orfeo e Del Brocco

Ormai i nomi in pista sarebbero solo due: Paolo del Brocco & Mario Orfeo. A sciogliere il nodo definitivo sul nuovo direttore generale della Rai sarà, come anticipato ieri da Affaritaliani.it, un faccia a faccia previsto per stasera alle 20 fra il premier Paolo Gentiloni ed il segretario del Pd Matteo Renzi. Domani mattina alle 10 invece é previsto il cda Rai che dovrà o ratificare il nome del successore di Antonio Campo Dall'Orto oppure far sí che l'interim della direzione generale venga assunta collegialmente dallo stesso consiglio.

Non sarebbe neppure la prima volta che ciò accade. Fu la stessa scelta fatta dal CdA quando si dimise Alfredo Meocci. Una decisione clamorosa per mettere in mora l’azionista e la politica, ma soprattutto per evitare di essere alla fine proprio loro, i consiglieri, a pagare per eventuali danni erariali. Perché nel frattempo l’azienda è paralizzata e con l’addio anche fisico di Campo, che ieri sera ha salutato tutti e se n’è tornato a Conegliano Veneto, in viale Mazzini non c’è nessuno dotato di poteri di firma. E non è neppure escluso che, di fronte ad ulteriori ritardi nella scelta del nuovo dg, i consiglieri non provvedano a distribuirsi delle deleghe operative.

Ma torniamo ai due candidati in pole position. Diversissimi per carattere, Orfeo & Del Brocco sono due navigatori di lungo corso della Rai che hanno approcci peró profondamente differenti. Orfeo ė stato voluto da Silvio Berlusconi ma ha rapporti ottimi con Renzi. In molti se lo ricordano ai tempi in cui era a la Repubblica ospite fisso nella casa romana di Daniela Santanchė, uno dei pochissimi della squadra del giornale di Carlo De Benedetti ad avere relazioni eccellenti con la Pasionaria della destra. Gentile, molto disponibile, il direttore del tg1 era anche fra gli amici più vicini a Gigi Bisignani ed alla sua famiglia. Orfeo ē un razionale pianificatore, quando fu attaccato dai 5 stelle nel salotto di Porta a Porta non ebbe alcuna reazione scomposta o personale limitandosi a chiedere a Bruno Vespa di tutelare la sua dignità di ospite nonché di direttore del tg1.

Ecco, se c'è una dote che il giornalista napoletano possiede ē quella di conoscere e gestire bene lo "status" del potere con le sue gerarchie. In redazione si fa rispettare, ma non é inutilmente vendicativo né ama esporsi in modo narcisistico come facevano spesso i suoi predecessori. Nei salotti ci va, peró sono selezionati e soprattutto sicuri, protetti dal vento del gossip che in Rai ha trascinato via molti direttori. Quando nei mesi scorsi si era sparsa la voce che la giovane conduttrice di Uno mattina, la bionda Francesca Fialdini fosse particolarmente apprezzata da lui professionalmente, Orfeo ha fatto in modo di sgombrare il campo da equivoci parlando con le persone "giuste" tanto che, nel giro di poche settimane, il presunto gossip si é smontato fino ad essere totalmente archiviato. Affabile ma pignolo, monolitico, su alcuni punti il futuro dg non transige. Ma ē bravo, fa ascolti, é sempre sul pezzo ed il prodotto lo mette al riparo da ogni dannosa ed infondata malignità. Bravo ē anche Del Brocco che ha molti rapporti trasversali con la politica ma non raggiunge tutti a 360 gradi come Orfeo.

Sostanzialmente l'ad di Rai cinema (ricordiamo che il bilancio della Rai ha potuto superare il "rosso" del passato grazie all'attivo dell'azienda di Del Brocco) ha fatto colpo su Renzi: hanno fatto parte delle vacanze invernali nello stesso posto ed é scattata la scintilla. Per fortuna sua, Paolo piace parecchio a Gianni Letta ed é stimato da Fedele Confalonieri che in Mediaset conta ancora, eccome. Vedremo domani come andrà a finire il duello Orfeo- Del Brocco, se si concluderà con un outsider - cosa che spesso succede in Rai a causa dei molteplici veti incrociati- oppure se sarà il cda dunque la presidente Monica Maggioni ad assumere l'interim gestendo i futuri palinsesti.

Intanto, sparito Campo cominciano a sparire i suoi "pupilli". Saltata Mia Ceran alla conduzione di Estate in diretta, arriva Benedetta Rinaldi lanciata anni fa da Claudio Donat Cattin ed assai amata dal Vaticano. La Rinaldi che avrebbe dovuto condurre una striscia dentro Uno mattina estate con Umberto Broccoli ha lasciato il suo posto a Metis Di Meo, altra conduttrice stimata dal giro che faceva capo all'ex consigliere Udc Rodolfo de Laurentis. Raddoppia Veronica Maya che torna in Rai dopo l'incidente di Tale & quale show (rimase a seno scoperto in prime time su Rai 1 ma non era colpa sua: le sarte probabilmente avevano sbagliato a cucire l'abito) con due programmi uno dentro Uno mattina & l'altro dedicato alle mamme ma ha già pronto il contratto per affiancare Giancarlo Magalli ai Fatti vostri della prossima edizione. Ē lei stessa che lo ha fatto capire a Tv blog anche se, forse per scaramanzia, non ha confermato al 100 per cento.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
raidgmario orfeopaolo del broccomaya sansa
in evidenza
Ciclone al Sud, sole al Nord Il meteo divide l'Italia in due

Come sarà il weekend

Ciclone al Sud, sole al Nord
Il meteo divide l'Italia in due

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni

Mercedes SLK festeggia ad ‘Auto e Moto d’Epoca’ i suoi 25 anni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.