A- A+
MediaTech
Rai, Orfeo: "Ecco come cambierà: nuovi canali e meno testate"

Rai: Orfeo, ecco come cambiera' ma serve certezza su risorse

L'informazione, il piano news, il Contratto di Servizio, le risorse finanziarie, il percorso verso la media company, il rinnovo di Vespa, il web e la Gabanelli, il ritorno di Benigni. A meno di tre mesi dal suo insediamento il direttore generale della Rai Mario Orfeo traccia con Repubblica un primo bilancio e affronta alla vigilia della ripresa i temi piu' attuali in agenda. "Il principale obiettivo della mia direzione - afferma Orfeo - e' siglare un nuovo patto di fiducia con i telespettatori, che passi soprattutto attraverso un moderno modo di informare in coerenza con il servizio pubblico. E per tutta l'estate abbiamo lavorato al nuovo Contratto di Servizio che manca ormai da ben cinque anni". Un Contratto, che dovrebbe essere pronto tra fine settembre e inizio ottobre, per fare "un altro passo in avanti verso un nuovo assetto della tv pubblica, con un numero diverso di canali e un'identita' piu' marcata per ciascuno di essi, in una logica di peculiarita' e differenziazione piu' simile alle altre grandi tv pubbliche europee". "Sicuramente servono risorse che pero' mai come in questo caso rappresentano un investimento non solo per la Rai ma per l'intero sistema Paese. Se riusciremo a far conoscere meglio all'estero le nostre eccellenze nei diversi settori avremo centrato un obiettivo fondamentale e finora sempre mancato".

Tra le novita', un canale in lingua inglese "che parlera' dell'Italia al mondo" e una data a dicembre "a disposizione" per Roberto Benigni. Sul contratto di Bruno Vespa, oggi in scadenza, Orfeo ha sottolineato di volerlo rinnovare "tenendo doverosamente in conto tutto quello che e' successo in materia di compensi. Bruno - ha precisato - sa perfettamente che sono cambiati i tempi e che ognuno di noi ha fatto delle rinunce". E Milena Gabbanelli? "Nessuna panchina. Milena e' in campo e sta lavorando. Le ho proposto - ha affermato il direttore generale della Rai - di sviluppare e rilanciare subito il portale web dove ora e' collocato, ovvero su Rai-News.it, potenziato da nuove risorse e dalla struttura dedicata al data journalism che lei stessa ha costruito e che ha gia' prodotto alcune inchieste di pregio. Questo polo vuole avere anche l'obiettivo di contrastare il virus delle fake news". Per quanto riguarda le risorse, "rispetto e comprendo - ha sottolineato Orfeo - la decisione del governo di ridurre il canone per i cittadini da 100 a 90 euro. Ma questa misura va ora associata a una programmazione strategica finanziaria che dia a viale Mazzini delle certezze. Il quadro delle nostre risorse dovra' essere assicurato su base pluriennale. Anche perche' gli anni, per la Rai, non sono tutti uguali...". In che senso? "Il 2018 e' un anno pari e noi sopporteremo esborsi rilevanti per i diritti delle Olimpiadi invernali di febbraio e dei Mondiali di calcio di giugno". Nessuna Rai partigiana in vista di elezioni: "Il nostro compito non e' essere partigiani per nessuno ma inclusivi con tutti. Questo e' l'obiettivo che intendiamo perseguire e che, sono sicuro, raggiungeremo".

Tags:
raiorfeo
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.