A- A+
MediaTech

di Pietro Mancini

Avviando un'indagine interna sulle gaffes di Rai 1 a Capodanno, il direttore generale, don Antonio Campo dall'Orto, Veneto, 51 anni, ha dimostrato un coraggio...Leonino... In effetti, sono tanti i problemi, che deve affrontare il nuovo manager, renziano, di viale Mazzini.

Dalle gaffes del concertone di Capodanno alla trasferta di cantanti e funzionari a Matera ( ben 300 persone, nei migliori alberghi, rimborsati dalla Regione Basilicata : 130 mila euro, ma non i luculliani pasti quotidiani, pagati dalla Rai) dall'inchiesta della Procura di Roma sugli appaltoni truccati alle 140 cause di dipendenti, per "demansionamento".

Per una bestemmia, in diretta, Leopoldo Mastelloni si giocò una carriera... Un servizio pubblico può continuare a fare un uso discutibile delle risorse, di cui dispone, anche grazie al pagamento, obbligatorio, del canone ? Ieri Guelfi, toscano, renziano, consigliere d'Amministrazione della Rai, ha attaccato il direttore di RAI uno : "Leone ha scritto su Twitter : 'Primi sì, ma non nel segnale orario !'. Non accetto una replica del genere. Dopo una figuraccia, tanto grossa, cosa mi importa dello share ? È un'offesa nei confronti degli italiani, che hanno ricevuto un pessimo servizio, inclusa l'imprecazione !".

È comprensibile, peraltro, la resistenza di Leone sulla sua poltrona. Giancarlo sa che, talvolta, le dimissioni vengono accettate, come accadde a suo padre, don Giovanni, che lasciò il Quirinale, nel 1978, dopo i violenti attacchi de "L'Espresso" e del Pci per un suo presunto coinvolgimento, rivelatosi inesistente, nell'affaire delle presunte tangenti, versati dalla Lockeed a politici del bel Paese.

Agli utenti preme che, nei TG e nei programmi del servizio pubblico, Campo dall'Orto nomini dirigenti capaci, competenti, in grado di garantire quella qualità, che oggi è assente. E non solo nella notte del 31 dicembre.

In una fase in cui i partiti contano sempre di meno, e al merito viene anteposta l'obbedienza, si indebolisce il tessuto democratico, latita il confronto delle idee, il pluralismo non viene garantito dalla pessima legge Gasparri. Provvedimento da rottamare, caro Renzi, insieme al vecchio manuale Cencelli, sinora usato nella Prima e nella Seconda Repubblica, anche per le nomine dei dirigenti di viale Mazzini, Saxa Rubra e delle sedi regionali dell'azienda.

Uno slogan, efficace, per Campo dall'Orto : "Rai, di tutto, di meglio !". E per il giovane premier, Renzi : "Si cambia verso l'efficienza, la professionalità e....la puntualità".

Tags:
rai
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.