A- A+
MediaTech

L’assemblea dei giornalisti della Divisione periodici di Rcs MediaGroup ha approvato mercoledì a larga maggioranza un contropiano da presentare all’editore. Lo riferisce Primaonline.

In alternativa alla cessione di 10 testate e ai 110 esuberi dichiarati dall’azienda, i giornalisti propongono nel triennio contratti di solidarietà fino a un massimo del 20%, prepensionamenti che si potranno attivare entro l’inizio della primavera 2016 (almeno una ventina), dimissioni incentivate. Sul piatto anche il recupero di ferie arretrate e la possibile rinegoziazione delle parti variabili della retribuzione, derivanti da accordi aziendali.

L’assemblea chiede inoltre di studiare la possibilità di rilanciare alcune delle testate candidate alla cessione puntando decisamente su progetti multimediali. I giornalisti di Rcs Periodici chiedono infine  progetti di formazione multimediale, che comprenda la produzione di video.

Tags:
rcsperiodicigiornalisti
in evidenza
La star di Onlyfans: "Per ogni gol del Brasile ai Mondiali..."

Fioretto da sogno. Le foto

La star di Onlyfans: "Per ogni gol del Brasile ai Mondiali..."


in vetrina
Eni, a Milano la flotta Enjoy diventa anche elettrica

Eni, a Milano la flotta Enjoy diventa anche elettrica


motori
Debutta in Europa tecnologia Nissan e-4orce

Debutta in Europa tecnologia Nissan e-4orce

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.