A- A+
MediaTech
Sharp taglia 6 mila posti: meno Tv e più Smartphone contro la crisi

Sharp taglierà il 12% della propria forza lavoro. Circa 6 mila posti di lavoro in meno, frutto di una ristrutturazione aziendale che mira a risparmiare 1,7 miliardi di dollari. In Giappone, patria del gruppo, si opterà per un'ondata di pensionamenti ancticipati. I tagli veri e propri saranno all'estero.

Sharp tenta così di rimediare al terzo conto economico in rosso negli ultimi quattro anni. Il progetto punta a convincere le banche ad aprire il portafogli per il secondo piano di salvataggio nel giro di appena tre anni.   

Già nel 2012, infatti, Sharp aveva tagliato 5 mila posti di lavoro ed era stata salvata dalle banche grazie a linee di credito vicine ai 3 miliardi di dollari. Il gruppo si aggrappa al suo business, al momento, più redditizio: la produzione di schermi Lcd per smartphone (tra i clienti c'è anche Apple). Il mercato televisivo, però, stenta. E le fabbriche potrebbero risentirne. Si parla, riferische la Reuters, di un passo indietro in Nord America o di un calo delle retribuzioni per gli operai Giapponesi.   

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sharplcdgiapponeapple
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.