A- A+
MediaTech
Sharp taglia 6 mila posti: meno Tv e più Smartphone contro la crisi

Sharp taglierà il 12% della propria forza lavoro. Circa 6 mila posti di lavoro in meno, frutto di una ristrutturazione aziendale che mira a risparmiare 1,7 miliardi di dollari. In Giappone, patria del gruppo, si opterà per un'ondata di pensionamenti ancticipati. I tagli veri e propri saranno all'estero.

Sharp tenta così di rimediare al terzo conto economico in rosso negli ultimi quattro anni. Il progetto punta a convincere le banche ad aprire il portafogli per il secondo piano di salvataggio nel giro di appena tre anni.   

Già nel 2012, infatti, Sharp aveva tagliato 5 mila posti di lavoro ed era stata salvata dalle banche grazie a linee di credito vicine ai 3 miliardi di dollari. Il gruppo si aggrappa al suo business, al momento, più redditizio: la produzione di schermi Lcd per smartphone (tra i clienti c'è anche Apple). Il mercato televisivo, però, stenta. E le fabbriche potrebbero risentirne. Si parla, riferische la Reuters, di un passo indietro in Nord America o di un calo delle retribuzioni per gli operai Giapponesi.   

Tags:
sharplcdgiapponeapple
in evidenza
Camila Giorgi: stivale nero, niente gonna e... Foto fashion da sogno

La tennista vince sui social

Camila Giorgi: stivale nero, niente gonna e... Foto fashion da sogno


in vetrina
Diversity & Inclusion Hub, l’osservatorio sull’inclusione in ambito corporate

Diversity & Inclusion Hub, l’osservatorio sull’inclusione in ambito corporate


motori
Nuova Lamborghini Huracán Sterrato debutta all’Art Basel di Miami

Nuova Lamborghini Huracán Sterrato debutta all’Art Basel di Miami

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.