A- A+
MediaTech
Spotify mostra i muscoli: 536 mln di investimenti contro Apple

Un nuovo round di investimenti da mezzo miliardo di dollari, 20 milioni di abbonati e 75 milioni di utenti: questi sono i numeri con i quali Spotify risponde a Apple Music. Il gruppo, a poche ore dall'invasione di campo della Mela, sfodera l'artiglieria pesante.

Risorse fresche. Nelle casse di Spotify sono arrivati 526 milioni di euro. E per mostrare i muscoli ha rivelato che i sottoscirttori (cioè coloro che pagano per il servizio) sono raddoppiati da 10 a 20 milioni nel giro di un anno. Per strizzare l'occhio anche agli artisti, Spotify ha sottolineato che questo consente di pagare ai musicisti 3 miliardi di dollari in diritti d'autore.

Il servizio di musica in streaming deve difendersi non solo da Apple Music, ma anche da Jay Z, che ha lanciato il suo Tidal. Spotify ha voluto accogliere i nuovi arrivati nel mercato urlando al mondo che, se vorranno contendere la leadership, devono crescere parecchio. E' vero: Spotify rappresenta da solo l'86% del mercato della musica in streaming. Ma con Apple tutto potrebbe cambiare. Basta un numero: l'obiettivo fissato da Cupertino è di 100 milioni di sottoscrizioni. Cinque volte gli attuali utenti paganti di Spotify. 

Tags:
spotifyapple musicstreamingjay z
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.