A- A+
MediaTech
Telefonica vuole essere l'anti-Netflix: serie tv e programmi sul web

Mobilitazione anti-Netflix. La piattaforma di streaming, che lo scorso ottobre è arrivata anche in Italia, Spagna e Portogallo, allarma network televisivi e tlc. Che passano al contrattacco: Telefonica produrrà 8-10 serie tv all'anno per rilanciare la sua web tiv a pagamento, Movistar. Una ventina di progetti sarebbero già sul punto di essere realizzati.

Quella di Telefonica è una mossa chiara contro Netflix. O forse nella sua scia. Ma non solo: il gigante iberico delle tlc è un passo indietro a Vodafone e Orange, che hanno puntato sui diritti sportivi. Telefonica non rincorre la palla ma si smarca e punta su un altro mercato che, come dimostra Netflix, ha grandi potenzialità.   

La scelta, sia di prodotto che di target, non è molto diversa da quella di Netflix. Telefonica punterà su serie tv di qualità cinematografica, attingendo anche dalle professionalità del grande schermo. Un indirizzo confermato già dalla prima serie in produzione (pronta per il prossimo autunno): si chiamerà La Peste e sarà diretta dallo spagnolo Alberto Rodriguez. 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
telefonicanetflixstreaming
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.